Lavazza: premio da 3500 euro ai dipendenti. Il più alto di sempre (nell’anno della pandemia)

8164
lavazza
Nuvola Lavazza - ©Andrea Guermani

Il premio più alto di sempre per i lavoratori del Gruppo Lavazza. L’azienda del caffè di Torino ha riconosciuto per il 2020 un bonus da 3500 euro ai 600 dipendenti degli stabilimenti piemontesi. E di 2500 per i collaboratori dell’impianto di Pozzilli (Isernia) e del Centro Direzionale di Torino.

“Questo premio riconosce gli obiettivi raggiunti e lo straordinario lavoro delle nostre persone che hanno garantito con continuità, anche in un anno segnato dall’emergenza sanitaria, la produzione, la qualità e la disponibilità dei nostri prodotti” ha spiegato Enrico Contini, Chief Human Resources Officer di Lavazza.

Nel 2020 l’azienda aveva già erogato bonus da 500 euro lordi per i mesi di marzo e aprile per premiare i lavoratori impegnati in presenza, negli stabilimenti produttivi, anche durante il periodo del lockdown. Il premio annuale si sommerà a quello della scorsa primavera. I dipendenti potranno scegliere se ricevere il bonus in denaro oppure convertirlo in servizi welfare per sé e per le proprie famiglie. In tal caso, con un valore extra del 10%.

Bonus, formazione, smart working

Dalla prima drogheria aperta da Luigi Lavazza a Torino nel 1895, attraverso quattro generazioni, Lavazza oggi è diventato un gruppo presente in 140 Paesi. Impiega oltre 4000 persone. Ha un fatturato di 2,2 miliardi di euro (2019). È tra le aziende italiane con la migliore reputazione nel mondo, al 33esimo posto nella classifica Global RepTrak 2020, e tra quelle che offrono le migliori condizioni di lavoro ai dipendenti (Top Employers Italia 2021).

Tra i vari benefit, ci sono un bonus bebè da 250 euro, per chi fa un figlio o lo adotta, altri 250 euro per matrimoni e unioni stabili, una mensilità in più al 25esimo e al 30esimo anno di attività in azienda. E poi smart working (da prima della pandemia), formazione, servizi anche per le famiglie, la banca ore per convertire gli straordinari in permessi.

Circa un anno fa, al culmine dell’emergenza, Lavazza ha donato oltre 10 milioni di euro per l’acquisto di apparecchiature, materiali per terapie intensive e pronto soccorso e altre iniziative locali.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.