Azienda veneta dà una mensilità in più ai dipendenti che fanno figli

2
1824
figlio madre

«Un incentivo alla natalità» ovvero uno stipendio in più alla nascita di un figlio. Ecco l’iniziativa di un’impresa di Padova, con filiali in tutta Italia, per i dipendenti che vogliono mettere su famiglia o allargarla. Non solo per le mamme, anche per i papà. L’azienda è l’Eurointerim, un’agenzia per il lavoro che ha circa 150 lavoratori fissi, 80% donne, e 12mila somministrati. Il “bonus bebè” in arrivo riguarda tutti. Sono stati stanziati 50mila euro in totale per il 2019.

Luigi Sposato, 57 anni, presidente di Eurointerim, in occasione del ventennale dell’agenzia, ha spiegato così la filosofia aziendale: «Crediamo fortemente che qualsiasi impresa debba avere non solo obiettivi economici, ma anche sociali e ambientali. Le persone sono al centro del nostro lavoro».

Eurointerim non è un caso isolato. Nel 2017 un altro imprenditore veneto, Roberto Brazzale, presidente della Brazzale di Zanè, ci ha raccontato del Baby Bonus introdotto in azienda per ogni bimbo nato o adottato.

Print Friendly, PDF & Email

2 Commenti

  1. Un applauso per questo grande imprenditore, dotato evidentemente di spirito umanitario, sociale e – direi – perfino politico. Un solo appunto, chiaramente potrà permetterselo perché la sua azienda sarà in attivo, ma non tutte lo sono, anzi. Quindi non può essere che lo Stato ad incentivare le nuove nascite, finanze pubbliche permettendo.
    bimbo

  2. Un applauso per questo grande imprenditore, dotato evidentemente di spirito umanitario, sociale e – direi – perfino politico. Un solo appunto, chiaramente potrà permetterselo perché la sua azienda sarà in attivo, ma non tutte lo sono, anzi. Quindi non può essere che lo Stato ad incentivare le nuove nascite, finanze pubbliche permettendo.
    bimbo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.