Flixbus si espande negli Stati Uniti: ha acquisito la storica società di bus Greyhound

2537
flixbus fondatori
Foto FlixMobility - Daniel Krauss, André Schwämmlein, Jochen Engert

Gli storici bus americani Greyhound passano in mani tedesche. FlixMobility, il gruppo che controlla FlixBus e FlixTrain, ha appena annunciato di aver acquistato l’azienda per 172 milioni di dollari.

«Greyhound Lines è il più grande fornitore di trasporto su autobus a lunga percorrenza degli Usa» si legge in una nota. Serve 2.400 destinazioni in tutto il Nord America, con quasi 16 milioni di passeggeri ogni anno. Nel 2007 il gruppo britannico FirstGroup l’aveva rilevata per 3,6 miliardi di dollari. Ma la società non ha retto alla concorrenza delle low cost e alla pandemia.

«L’acquisizione rappresenta un altro passo importante nella visione di Flixmobility di offrire nel mondo trasporti facili da usare, con prezzi accessibili e sostenibili dal punto di vista ambientale» spiega il gruppo tedesco.

flixbus greyhound
Foto FlixMobility

«Insieme, FlixBus e Greyhound saranno in grado di soddisfare meglio la crescente domanda» di mobilità condivisa, aggiunge André Schwämmlein, founder e Ceo di FlixBus. «Mentre la nostra attività continua a riprendersi dagli effetti della pandemia, replicheremo il successo che abbiamo già ottenuto in 36 Paesi al di fuori degli Stati Uniti». Con 2.500 destinazioni in 36 Paesi e circa 400mila collegamenti giornalieri.

L’idea di FlixBus nasce circa 10 anni fa. Tre amici, Jochen Engert, Daniel Krauss e André Schwämmlein, decidono di sfruttare la deregulation del mercato dei bus sulle lunghe distanze. Nel 2013 fondano l’azienda in Germania. In pochi anni diventano leader di mercato. Il tutto senza acquistare mezzi o assumere autisti. Il modello di business prevede che i bus e gli addetti appartengano a partner locali, ma vengano “brandizzati” con il logo e i colori della società tedesca: verde e arancione. Altro punto di forza è il sistema di prenotazione, online o via App.

«Mettiamo insieme il meglio di due mondi: una startup giovane e una compagnia di autobus consolidata per offrire un modo alternativo ed economico di muoversi che soddisfi realmente i bisogni dei clienti e per ogni budget» aveva raccontato Schwämmlein in un’intervista a Millionaire. «Come combinazione di startup tecnologica, piattaforma di e-commerce e compagnia di trasporti, abbiamo rivoluzionato il mercato della mobilità in Europa». E ora si prepara a conquistare gli Stati Uniti, dove il servizio è attivo dal 2018.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.