Fusione tra startup del food delivery in Italia. Nasce Foodys

0
2262
foodys food delivery

Insieme per crescere, diventare il primo food delivery italiano per dimensioni e fatturato e conquistare nuovi mercati. Così le (ex) startup Moovenda e PrestoFood.it hanno annunciato la loro fusione lo scorso ottobre. E, dopo un mese, presentano un nuovo sito e un nuovo brand. Si chiama Foodys. Insieme le due società hanno già un mercato potenziale da 1 miliardo di euro e circa 3 milioni di clienti, tra i 18 e i 50 anni.

La nuova holding food tech conta più di 100mila clienti e 1500 ristoranti in 12 città, da Milano a Catania. In controtendenza, Moovenda ha deciso di avvicinarsi al sud e di investire sul Mezzogiorno e sulle isole. Il servizio di food delivery infatti è disponibile in Sicilia, Sardegna, Calabria, in «città che solitamente gli altri player hanno sempre preso meno in considerazione, rispetto al nord Italia».

«Il prossimo passo sarà aprire nella prima città europea a fine 2019» ha annunciato Simone Ridolfi, Ceo di Foodys (ex di Moovenda). Per Guido Consoli, founder di PrestoFood.it e Coo della nuova società, «la fusione con un nostro competitor è un passo molto importante. Oltre a ridurre la concorrenza, riusciremo a consolidare i territori dove siamo presenti e a ottimizzare tutti i processi di operation abbassando i costi di acquisizione. È un passo ambizioso che porta alla costituzione di un nuovo gruppo che possa competere con i player internazionali».

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.