Gucci è il marchio italiano che vale di più

0
1391
Foto Maizeam da Wikimedia Commons

Anche quest’anno Gucci si conferma il marchio italiano con il più alto valore economico, primo nella classifica BrandZ Top 30 Most Valuable Italian Brands, stilata da Wpp e Kantar Millward Brown. Restano sul podio TIM (9,41 miliardi) e Enel (7,94).

Il valore del brand Gucci è passato da 16,3 a 24,4 miliardi di dollari in un anno. Nel 2018 l’azienda ha fatturato 12,4 miliardi di euro, arrivando a essere la seconda casa di moda più venduta al mondo, dopo Louis Vuitton, sotto la direzione creativa di Alessandro Michele. L’azienda, fondata a Firenze nel 1921, fa parte del gruppo francese Kering, ma il marchio è considerato made in Italy.

Oltre a Gucci, tra i brand cresciuti di più nel 2018 ci sono Ferrari (+36%), Fiat (+23%), Campari (+23%) e Fendi (+22%).

Vincono food e moda

I marchi del lusso dominano la classifica di BrandZ, contribuendo quasi al 40% del valore totale dei 30 brand (cresciuto del 14% rispetto al 2018). Tra i primi 10, ci sono Gucci, Prada e Armani. Ma in classifica appaiono altri nomi noti del luxury fashion: Fendi, Bottega Veneta e Salvatore Ferragamo. La seconda categoria più forte è quella alimentare, con Kinder (4), Nutella (8), Ferrero Rocher (11) e Barilla (26) che mostrano la capacità degli imprenditori italiani «di trasformare i marchi di un singolo prodotto in giganti globali». I primi tre appartengono al gruppo Ferrero.

New entry dell’anno è Fastweb, al 27esimo posto, con un valore di 891 milioni di dollari. È considerato innovativo dai consumatori per le connessioni veloci e le offerte trasparenti.
I marchi italiani hanno una presenza forte in tutto il mondo. I primi 10 hanno il 90% della loro esposizione (combinazione di ricavi, vendite e profittabilità) all’estero. Il “brand Italia” ha ottime prestazioni, grazie al patrimonio, all’autenticità e allo stile di vita associato a molti marchi del nostro Paese.

«Molte delle aziende presenti nella nostra classifica sono quelle che chiamiamo Industry Heroes» dice Massimo Costa, Country Manager Italia di WPP. «Rappresentano un tipico modello di business italiano che sta eccellendo a livello globale. La classifica rivela un gruppo di imprese agili e interconnesse, guidate da un forte spirito imprenditoriale, che determina il ritmo della loro crescita e innovazione».

Ecco i primi 10 marchi in classifica:

1. Gucci (24,414)
2. TIM (9,409)
3. Enel (7,939)
4. Kinder (6,797)
5. Ferrari (4,752)
6. Prada (3,895)
7. Eni (3,537)
8. Nutella (2,845)
9. Generali (2,689)
10. Armani (2,591)

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.