Il futuro dell’enciclopedia è digitale

599
enciclopedia cristina pozzi

Ha creato una piattaforma per la formazione, acquisita dall’Enciclopedia Treccani. Lei è Cristina Pozzi e con Andrea Dusi ha fondato Impact School, impresa italiana di ricerca, consulenza e formazione dedicata al future critical thinking, che ha guidato per 5 anni, lavorando in scuole e aziende. «Con Andrea siamo entrati in Treccani, nel 2021, per dare vita a Treccani Futura, nuovo polo di tecnologia educativa». Cristina è Coo e Head of Contents di Treccani Futura, Andrea è Ceo.

«Noi scriveremo il futuro dell’enciclopedia. Nella piattaforma Treccani Futura, che offre corsi a pagamento, gran parte dei contenuti sono fruibili free». La nuova piattaforma per la formazione digitale si rivolge a giovani e a professionisti.

Lei si definisce una future maker. Da anni si dedica alla divulgazione di conoscenze, etica e tecnologie emergenti, soprattutto tra le giovani generazioni.

«La mia missione è dare a tutti l’accesso al futuro nella società nel mezzo della quarta rivoluzione industriale. “Il futuro è open source”, un’attività di co-creazione accessibile a tutti» spiega Cristina. «È la meta più selvaggia da visitare, una realtà complessa, richiede studio, spirito critico ed esercizio d’immaginazione. Il futuro è anche il risultato delle nostre previsioni: provare a immaginarlo come lo vorremmo è il primo passo per iniziare a influenzarlo».

Cristina è stata nominata Young Global Leader (2019-2024) dal World Economic Forum, associazione non profit. Titolo prestigioso che di recente nessun cittadino italiano aveva ricevuto.

La sua storia?

«Dopo la laurea in Bocconi ho lavorato nella consulenza strategica per due anni. Poi nel 2006, Andrea Dusi mi ha coinvolto in Wish Days. Realizzavamo i cofanetti Emozione3, brand ceduto nel 2016 a Smartbox. Impiegavamo le nostre energie per creare valore nelle persone, avere impatto sociale. Nel 2015, un’esperienza di formazione nella Silicon Valley ci ha proiettato nel futuro. Abbiamo deciso di essere portatori di quella visione anche nel nostro Paese».

Tratto dall’articolo “Il cantico degli innovatori” pubblicato su Millionaire di febbraio 2022. 

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.