Il piano di Ferrero per la sostenibilità: emissioni dimezzate entro il 2030

0
2247
ferrero

Prosegue l’impegno di Ferrero sul piano della sostenibilità. Nel 2019 il gruppo di Alba aveva annunciato l’addio alla plastica monouso: entro cinque anni utilizzerà solo imballaggi riutilizzabili, riciclabili o compostabili al 100%. Oggi, con il suo 11° Rapporto di sostenibilità, fissa nuovi obiettivi per ridurre la propria impronta ecologica entro il 2030.

L’azienda punta a dimezzare tutte le emissioni derivanti dalle proprie attività dirette entro il 2030, in linea con l’obiettivo dell’Accordo di Parigi per limitare il riscaldamento globale a 1,5 gradi C. Agirà quindi sui propri stabilimenti, magazzini e uffici principali. Nel complesso, si impegna a ridurre del 43% le emissioni per ogni tonnellata di prodotto realizzato. E, visto che l’obiettivo coinvolge le emissioni indirette, per raggiungerlo l’azienda collaborerà con i propri fornitori e partner.

Il pinao per la sostenibilità riguarda quattro macroaree: protezione dell’ambiente, approvvigionamento sostenibile degli ingredienti, promozione di un consumo responsabile e valorizzazione delle persone.

I programmi per gli agricoltori

Nel 2013 Ferrero ha lanciato i programmi Ferrero Farming Value, per sviluppare una filiera sostenibile per le principali materie prime utilizzate nei suoi prodotti. Lo scorso anno quello dedicato alla nocciola ha raggiunto più di 21.000 agricoltori. Quello sul cacao punta a migliorare i mezzi di sussistenza di coltivatori e comunità, a proteggere i diritti dei bambini e salvaguardare il capitale naturale. Nel 2019 l’azienda ha supportato oltre 100.000 agricoltori del cacao, ha ristrutturato o costruito circa 50 scuole e fornito materiale didattico a più di 13.000 bambini. I programmi sul campo, per esempio contro il lavoro minorile, saranno ulteriormente intensificati.

Sull’approviggionamento sostenibile, da quasi sei anni il gruppo utilizza solo olio di palma certificato RSPO e sostenibile al 100%. Secondo la classifica Palm Oil Buyers Scorecard del WWF, Ferrero è l’azienda più sostenibile al mondo nel proprio settore. Anche il 100% delle fave di cacao proverrà da fonti certificate sostenibili entro la fine dell’anno. «Ferrero è da sempre impegnata nella creazione di un modello di business che mira ad avere un impatto positivo su dipendenti, consumatori, famiglie e comunità locali in cui opera» commenta Lapo Civiletti, ad del gruppo. «Continueremo a lavorare sodo per mantenere i nostri impegni».

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.