L’impresa di Cecchinato, in semifinale al Roland Garros: “È incredibile”

0
1047
By Dacoucou - Own work, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=48795909

Dalla Bbc a Le Monde, tutti parlano di Marco Cecchinato, il 25enne siciliano che ieri ha compiuto una storica impresa sulla terra rossa del Roland Garros. Ha battuto in quattro set l’ex numero uno al mondo, il tennista serbo Novak Djokovic, con il punteggio di 6-3, 7-6, 1-6, 7-6, conquistando la semifinale degli Open di Francia. È la prima volta, dopo 40 anni, che un italiano arriva tra i primi quattro nel torneo.

Dopo il match, l’emozione l’ha sopraffatto. L’abbraccio di Djokovic, gli applausi, le lacrime di gioia. Sembra un sogno, ma è il risultato di tanti sacrifici, come ha commentato lo stesso Cecchinato.

«Il momento più bello della mia vita»

«Mi batteva molto forte il cuore. Lui ha spinto, alla fine giocava meglio e io iniziavo a crederci meno, ma ora sono in semifinale. Ho iniziato il match convinto, non avevo niente da perdere. Ho giocato un primo set moldo aggressivo e da lì ho iniziato a crederci, ho spinto, convinto di poter vincere, coraggioso. Sono stato freddo, lucido, avevo il cuore che mi batteva a mille. È una vittoria che mi ripaga di tanti sacrifici, è incredibile aver raggiunto le semifinali. Questo Roland Garros mi cambia la vita. È molto difficile spiegare le mie emozioni. La vittoria è stato il momento più bello della mia vita» racconta Cecchinato, che ha 17 anni si è trasferito da Palermo alla provincia di Bolzano per realizzare il suo sogno.

«Già da piccolo sognavo di diventare un giocatore professionista ma non ero fortissimo» ha raccontato a Radio2. «E ora ringrazio le poche persone che hanno creduto in me. Tutti i sacrifici sono ricompensati e questo è un sogno che si realizza».

Venerdì Marco Cecchinato affronterà l’austriaco Dominic Thiem, numero 8 della classifica mondiale. Intanto sui social arrivano migliaia di messaggi di stima e supporto. “Giant Killer!” lo definiscono sull’account ufficiale Twitter del Roland Garros. “Monumentale” scrive il Coni. Mentre la tennista Sara Errani gli dice: “Da brividi Ceck! Sei un grande”.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.