Intel celebra i 50 anni del microprocessore inventato dall’italiano Federico Faggin

1406
intel 4004 microprocessore
Intel 4004 (Credit: Intel Corporation)

Era il 15 novembre del 1971 quando l’azienda statunitense lanciò il primo microprocessore disponibile in commercio. Piccolo e potente, cinquant’anni fa il chip 4004 ha aperto la strada a tutti i microprocessori moderni, i “cervelli” che oggi rendono possibile quasi ogni tecnologia, dal cloud all’edge computing. Oggi Intel celebra l’anniversario di quella “piccola” grande invenzione sviluppata da un italiano, Federico Faggin.

«Pensate a quali risultati abbiamo ottenuto nell’ultimo mezzo secolo. Questo è un momento sacro per il mondo della tecnologia. Questo è il componente che ha fatto davvero decollare l’informatica!» ha commentato Pat Gelsinger, attuale Ceo di Intel.

Il 4004 ha dimostrato che era possibile costruire circuiti integrati complessi e farli stare su un chip di piccole dimensioni.

federico faggin«Guardando al 1970, era chiaro che i microprocessori avrebbero cambiato il modo in cui progettiamo sistemi, passando dall’hardware all’utilizzo del software. Ma la velocità con cui si sono sviluppati i microprocessori e sono stati adottati nel tempo è veramente sorprendente» ha commentato Faggin, lo scienziato ex dipendente di Intel che progettò l’Intel 4004 con Tedd Hoff e Stan Mazor.

La storia del 4004

Nel 1969, Nippon Calculating Machine Corp contattò Intel per la progettazione di una serie di circuiti integrati per un suo prototipo di calcolatore, il Busicom 141-PF. Faggin e il suo team progettarono un set di quattro chip, inclusa la CPU 4004. Quando fu introdotto, il 4004 forniva, su una superficie delle dimensioni di un’unghia umana, la stessa potenza di calcolo del primo computer elettronico costruito nel 1946, che occupava un’intera stanza.

«Se fossi rimasto in Italia non avrei inventato il microprocessore. Queste cose non si fanno da soli, ma nascono dall’interazione con un ambiente che offre opportunità, ti incoraggia e dice: “Sì, dai, prova!”» ha raccontato Faggin in un’intervista a Millionaire, nel 2018.

Qui in versione integrale.

Federico Faggin: «Ho inventato il microchip, ma il computer più forte è il cervello umano»

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.