Jan Koum, cofondatore di WhatsApp, lascia Facebook

0
1812

Jan Koum, cofounder di WhatsApp, lascia la sua impresa dopo quasi 10 anni. Arrivato negli Stati Uniti dall’Ucraina, Koum aveva creato l’app di messaggistica insieme al socio Brian Acton, tra mille difficoltà, quando entrambi erano disoccupati. Nel 2014 WhatsApp è stata acquisita da Facebook per oltre 19 miliardi di dollari.

Secondo il Washington Post, dietro la decisione di Koum ci sarebbe uno scontro con i vertici, Mark Zuckerberg e Sheryl Sandberg, sul tema della privacy e sulla crittografia delle chat di WhatsApp. Lo stesso Acton ha lasciato la società lo scorso settembre e ha criticato apertamente Facebook dopo lo scandalo di Cambridge Analytica. Koum, in un post su Facebook, dà motivazioni più personali: «Voglio dedicarmi ad altro. Mi prendo un po’ di tempo libero per fare le cose che mi piacciono al di fuori della tecnologia, collezionare Porsche rare, lavorare sulle mie macchine e giocare a frisbee».

«È stato un viaggio fantastico»

Sulla sua avventura imprenditoriale dice: «Sono passati quasi 10 anni da quando io e Brian abbiamo avviato WhatsApp, ed è stato un viaggio fantastico… Ma è ora che io vada avanti. Sono stato fortunato a lavorare con una squadra così incredibilmente piccola e vedere come possa produrre un’app usata da così tante persone in tutto il mondo. Me ne vado in un momento in cui le persone usano WhatsApp in più modi di quanto avrei potuto immaginare. La squadra è più forte che mai e continuerà a fare cose incredibili. E io farò il tifo per Whatsapp anche dall’esterno».

Tra i commenti al post spiccano quelli di Sheryl Sandberg e Mark Zuckerberg. «Mi mancherà lavorare così a stretto contatto con te» scrive il fondatore di Facebok. «Ti sono grato per tutto quello che mi hai insegnato, compresa la crittografia».

La storia da favola di WhatsApp (l’idea di un ex disoccupato)

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here