Jeff Bezos vuole conquistare la Luna con Blue Origin

0
1610
jeff_bezos
Foto Blue Origin

Il fondatore di Amazon, l’uomo più ricco del mondo, punta sempre più in alto, fino alla Luna. Nel 2000, ancora prima di Elon Musk, ha avviato una compagnia spaziale con il nome Blue Origin e l’obiettivo di dare a tutti la possibilità di viaggiare nello spazio. Non solo. Dopo aver investito su ricerche scientifiche e razzi riutilizzabili, adesso vorrebbe colonizzare il satellite della Terra e trasferire lì parte della produzione industriale.

Colonie permanenti e industria pesante

Ha spiegato la sua visione spaziale durante una conferenza di settore a Los Angeles, l’International Space Development Conference. Secondo Bezos, presto non ci sarà alternativa. Le generazioni future non potranno sopravvivere, per mancanza di risorse, senza espandersi in altre parti del sistema solare. «Non è una cosa che possiamo fare, ma che dobbiamo fare. Dobbiamo tornare sulla Luna e questa volta per restarci». L’industria pesante andrebbe trasferita sul satellite per essere «alimentata da energia solare 24 ore su 24».

Al momento Blue Origin sta lavorando per rendere i trasferimenti Terra-Luna affidabili, economici e frequenti. L’obiettivo a breve termine è inaugurare i primi voli turistici suborbitali, entro il 2019. Ma «in un futuro non troppo lontano – sto parlando di decenni, forse di 100 anni – sarà più facile fare nello spazio un sacco di cose che oggi facciamo sulla Terra. Così avremo molta più energia». Per espanderci però, secondo Bezos, servirà l’impegno e gli investimenti di istituzioni pubbliche, agenzie spaziali e altre compagnie private.

«Quando avrò 80 anni vorrei poter dire di aver creato l’infrastruttura necessaria a far andare la prossima generazione nello spazio a basso costo, in modo che i giovani possano trovare nello spazio le opportunità imprenditoriali che la mia generazione ha trovato su Internet» aveva detto Bezos ritirando il Premio Heinlein nel 2016.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.