Jeff Bezos dona 33 milioni di dollari per i “Dreamers” americani

0
1270
amazon bezos

La donazione al programma scolastico TheDream.Us: 1000 borse di studio per altrettanti giovani in attesa del permesso di soggiorno.

Il fondatore di Amazon, insieme alla moglie MacKenzie, ha donato 33 milioni di dollari per garantire 1000 borse di studio ad altrettanti giovani immigrati che, arrivati minorenni negli Stati Uniti, non hanno il permesso di soggiorno. Sono i cosiddetti “dreamers”, di cui si occupa l’organizzazione TheDream.Us. Proprio l’organizzazione annuncia oggi in un comunicato che si tratta delle più cospicua donazione ricevuta fino ad ora. I finanziamenti permetteranno ai ragazzi diplomati di proseguire gli studi e frequentare il college.

Parlando del padre adottivo, arrivato da Cuba, l’imprenditore più ricco del mondo racconta:

«Mio padre è venuto negli Stati Uniti quando aveva 16 anni nell’ambito dell’Operazione Pedro Pan. È arrivato da solo. Non conosceva l’inglese. Con tanta grinta e determinazione – e l’aiuto di alcune organizzazioni – è diventato un cittadino eccezionale e oggi continua a dare al Paese che lo ha benedetto in tanti modi. MacKenzie e io siamo onorati di poter aiutare i Dreamers di oggi, finanzianziando queste borse di studio».

Il gesto di Bezos arriva mentre è in corso il dibattito al Congresso americano per cercare di regolamentare la posizione dei Dreamers (800mila persone in tutto), che rischiano l’espulsione dal Paese.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here