Moneyfarm, finanziamento record da 46 milioni per la startup italiana del fintech

0
2485
Giovanni Daprà e Paolo Galvani, fondatori di Moneyfarm

È il più alto investimento ottenuto da una startup italiana del fintech. 46 milioni di euro per Moneyfarm, che già nel 2015 aveva chiuso un altro round record da 16 milioni. La società di gestione del risparmio supera così i 70 milioni di euro raccolti. Al round, guidato da Allianz Asset Management, hanno partecipato anche Endeavor Catalyst, il fondo di investimento di Endeavor Global, la Fondazione di Sardegna, United Ventures e Cabot Square Capital.

Il fintech made in Italy che conquista gli investitori

«Moneyfarm è una piattaforma che offre al cliente la possibilità di individuare soluzioni di investimento semplici, trasparenti e a basso costo» raccontano Paolo Galvani e Giovanni Daprà, gli ideatori di una delle realtà più interessanti del fintech italiano.

Hanno avviato una startup di consulenza finanziaria online per realizzare il loro sogno di unire finanza e tecnologia. E hanno convinto gli investitori e i clienti. Nata nel 2011, oggi Moneyfarm ha sedi a Londra, Milano e Cagliari, con 90 dipendenti e 150mila utenti attivi. Opera su entrambi i mercati, inglese e italiano. L’aumento di capitale servirà proprio a consolidare la presenza in Italia e all’estero, ampliando l’offerta, investendo sul team e su nuovi mercati.

«Continueremo a offrire un servizio di consulenza accessibile, innovativo e indipendente, al passo con le necessità presenti e future dei risparmiatori» ha spiegato Galvani.

INFO: www.moneyfarm.com

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.