fbpx
pharmap mineo

Pharmap, il delivery dei farmaci, cresce e assume

Nel 2016, anni prima del boom del delivery accelerato dalla pandemia, due siciliani under 30, Giulio Lo Nardo e Giuseppe Mineo, lanciano un servizio di consegna a domicilio dei farmaci. Si ordina online, la farmacia prepara i prodotti, un fattorino li porta a casa entro un’ora, in bicicletta. Oggi la loro Pharmap è attiva in più di 200 città, con un network di circa 2500 farmacie, cresce e assume. Ha appena annunciato la selezione di 15 nuove figure. Cerca social media manager, sviluppatori, customer success manager, HR. E punta su giovani e donne.

«Sin dall’inizio il nostro obiettivo è stato quello di costruire un’azienda incentrata sui valori della sostenibilità e dell’inclusività. E in cui le donne fossero in numero almeno equivalente rispetto agli uomini e con ruoli di pari responsabilità» spiega il Ceo Giuseppe Mineo.

«Crediamo che un alto tasso di diversità – di genere, età, ma anche origine – apporti un ampliamento dei punti di vista, delle esperienze, delle opinioni e, quindi, si correli, non solo a un maggior benessere aziendale, ma anche a una maggiore produttività. Le aziende che danno poco spazio alla valorizzazione “dell’altro” non possono produrre innovazione reale».

pharmap palermoLa sede di lavoro è il digital hub di Pharmap a Palermo, dove già lavorano oltre 50 persone, under 40, south worker e siciliani “di ritorno” dal nord o dall’estero. L’azienda dà anche la possibilità di lavorare da remoto. Più del 50% dei ruoli è ricoperto da donne. Dato importante in una regione, la Sicilia, che ha un tasso di occupazione femminile del 29,3%. L’età media delle manager è di 37 anni.

«Quando apriamo una posizione in azienda, ci focalizziamo esclusivamente sulle competenze “hard” e “soft”. A differenza di molte aziende che purtroppo considerano ancora oggi la maternità come un impedimento sul lavoro, in Pharmap crediamo che diventare genitori sia una palestra per le soft skills e abbia un impatto positivo sulla produttività» conclude Mineo.

New York: il sogno della grande mela

Sogno e business: che cosa offre NY a chi vuol fare impresa. Testimonianze dalla comunità degli italiani che ci lavorano.   New York incarna, più

Cambio vita e mi trasferisco

Stipendi: 5/6.000 euro al mese un operaio, 6/7.000 un insegnante, 9/10.000 un medico. Aprire una società è molto più semplice che in Italia. Come ottenere

Il futuro delle riunioni di lavoro

+153% di riunioni settimanali, ma ne abbiamo davvero bisogno?   “Sono in meeting, ho una riunione, ho una call”. Un recente studio di Otter.ai ha

Nuovo anno, nuove regole sul lavoro

Dallo smart working alla flat tax, ecco cosa ci porta il 2023   Dal 1° gennaio 2023 sono cambiate le regole per lo smart working.

Aumenta il mismatch tra aziende e collaboratori

Nel 2022 cresce la difficoltà delle imprese italiane a trovare nuovi collaboratori   Il fenomeno del mismatch lavorativo continua a crescere e sembra non volersi

Anno nuovo vita nuova

Gran parte delle risoluzioni che si fanno all’inizio dell’anno non vengono mantenute. Perché e quali sono.   Il nuovo anno è sempre un momento di

logo-footer
Il mensile di business più letto.

Direttore responsabile: Lionello Cadorin

Editore: Millionaire.it Srl Indirizzo: Largo della Crocetta, 2 20122 Milano (MI) Italy

Partita IVA: 12498200968 – Numero iscrizione ROC: 38684

© 2023 millionaire.it.