Smau torna a Londra: le startup italiane in cerca di opportunità nella capitale dell’innovazione

1238
smau
Nella foto Valentina Sorgato, ad di Smau

La piattaforma italiana dell’innovazione e dell’open innovation sbarca oltremanica. Tre giorni di incontri e networking per le startup italiane. E un grande evento per innovatori e imprese, il 26 maggio, per la terza edizione di Smau | Italy RestartsUp in London. Ci saremo anche noi di Millionaire (media partner dell’evento).

Perché Londra

Capitale dell’innovazione e delle startup, oggi Londra continua a mantenere salda la sua leadership in Europa. È al primo posto nel vecchio continente nella classifica degli ecosistemi più forti del mondo, il Global Startup Ecosystem Index. È seconda a livello globale, dopo la Silicon Valley e al pari di New York. Resta la meta privilegiata per chi vuole fare innovazione nel fintech (nella capitale inglese ci sono oltre 2.180 aziende del settore), ma anche negli ambiti intelligenza artificiale, healthcare, edtech. Il suo ecosistema di startup vale 142 miliardi di dollari.

Dopo Stati Uniti e Cina, Londra è il luogo con la maggiore capacità di attrarre investimenti di venture capital. Seeds round e round serie A sono al di sopra della media globale, così come lo stipendio annuo di un software engineer (76mila dollari contro 44mila).

Nonostante pandemia e Brexit, Londra resta il luogo dove far crescere le imprese. Ed ecco perché si terrà qui Smau | Italy RestartsUp in London, realizzato in collaborazione con l’agenzia ICE.

«Chi fa impresa oggi deve necessariamente avere uno sguardo orientato all’esterno. Deve essere in grado di cogliere le opportunità che si possono presentare in ogni situazione» spiega Pierantonio Macola, Presidente di Smau.

«Aver scelto Londra come tappa del nostro tour internazionale va proprio nella direzione di dare la possibilità al nostro ecosistema di imprese, startup e innovatori di interfacciarsi con uno dei mercati più ricchi di opportunità. Non parlo solo di investimenti, ma anche della possibilità di stabilire nuove relazioni commerciali e partnership, così come di poter trarre spunti e nuove idee per migliorare il proprio business».

L’evento per innovatori

smau london londraPer tre giorni Smau accoglierà 36 startup italiane che potranno incontrare istituzioni, imprese, investitori e innovatori d’oltremanica e avviare partnership con grandi aziende, all’insegna dell’open innovation. Parteciperanno A2A, Angelini Consumer, Edison, Intesa Sanpaolo Innovation Center, Sky, Snam e molte altre. Tra le startup selezionate, ci saranno Weart, che presenterà un dispositivo indossabile che permette di fare esperienze virtuali immersive, Farzati Tech, che ha sviluppato sistemi di tracciabilità per la filiera agroalimentare, utilizzando AI e blockchain, e Screevo, un assistente vocale per l’Industria 4.0.

Il 26 maggio in programma numerosi panel legati a temi di attualità. Si parlerà di innovazione applicata a mobility e smart communities, di nuove soluzioni per l’agrifood o per i settori dei servizi, dei media e della salute. In chiusura della giornata, la community Italian Founders Office Hours racconterà di come l’ecosistema italiano dell’innovazione è visto dall’estero.

Infine il 27 maggio le startup parteciperanno a un tour tra incubatori e acceleratori in città.

Info e programma completo: www.smau.it/london/

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteGlamping, tra solitudine e bellezza
Prossimo articolo“Così abbiamo conquistato gli appassionati di calcio”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.