Spotify lancia la piattaforma per creare da zero uno spot audio (per le imprese)

6084
daniel ek spotify
(Photo by Ilya S. Savenok/Getty Images for Spotify)

Spotify lancia una nuova piattaforma che permette alle imprese, grandi e piccole, di creare da zero uno spot audio in pochi passaggi e promuoversi online. «Si chiama Spotify AD Studio. È una piattaforma self-service di pianificazione, la prima nel settore audio. Chi non ha già il proprio annuncio può crearlo. Basta inviare il testo, selezionare una base musicale tra quelle disponibili, scegliere la tipologia di speaker ed entro 48 ore l’impresa avrà il suo spot» spiega Alberto Mazzieri, Director of Sales di Spotify in Italia.

Fondata nel 2008, in Svezia, «Spotify ha cambiato l’industria musicale. Ha contribuito a salvarla dalla pirateria una decina di anni fa, e sta modificando la fruzione di musica e podcast». L’ideatore è Daniel Ek, 38 anni. A 23 era già uno startupper seriale. Creava startup, guadagnava, le vendeva. Ma il suo sogno era vivere di musica e tecnologia. Ha lavorato per due anni al progetto, fino a lanciare la piattaforma di streaming oggi attiva in 178 Paesi.

«È un’azienda costruita sull’innovazione e l’evoluzione continua, anche in termini di organizzazione aziendale» racconta Mazzieri. Basti pensare al modello Work From Anywhere, appena introdotto da Spotify, che darà ai dipendenti la libertà di scegliere da dove lavorare anche dopo la pandemia. «Daniel Ek ha una visione lungimirante in grado di avere un impatto positivo sulla vita delle persone e, al tempo stesso, solidità nella gestione dell’azienda, nonostante la giovane età».

Ad oggi gli utenti free di Spotify, quelli esposti ai messaggi pubblicitari (senza “skip”), sono 199 milioni nel mondo, su 345 milioni totali, con una crescita del 27% nell’ultimo trimestre, rispetto allo stesso periodo del 2019. In Italia sono 11,2 milioni le persone che si connettono a Spotify ogni mese. Gli utenti trascorrono in media due ore e mezza al giorno sulla piattaforma.

«C’è un rinnovato interesse per l’audio. Il mezzo non è nuovo, ma lo streaming lo ha trasformato, dando la possibilità di fruire di contenuti in molti più contesti, in qualsiasi momento della giornata, attraverso una moltitudine di device. Ascoltiamo mentre guidiamo, ci alleniamo, cuciniamo o ci prepariamo per uscire. E siamo solo all’inizio del nuovo boom» assicura Mazzieri. «Ecco perché vogliamo permettere a startup, pmi, aziende di qualsiasi dimensione e settore di entrare nel mondo dell’audio, ma anche del video. Chiunque può pianificare, gestire e ottimizzare la propria campagna pubblicitaria, scegliendo il target da raggiungere». Il costo? A partire da 250 euro

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.