Un’app e una carta per risparmiare e investire

0
1655
oval money

Due sedi, a Londra e Torino, 250mila utenti, oltre 7 milioni di euro di investimenti raccolti. Sono i numeri di Oval Money, la startup fintech (oggi scaleup) fondata nel 2017 da Benedetta Arese Lucini, insieme a Claudio Bedino, Edoardo Benedetto e Simone Marzola. Dopo aver creato un’app che permette di monitorare le spese, risparmiare e investire i propri risparmi, oggi Oval lancia un conto (gratuito) che dà la possibilità di mettere da parte piccole somme e di fare investimenti utilizzando la propria carta. Si chiama Oval Pay. È stata realizzata con il Gruppo Intesa Sanpaolo.

Come funziona

Oval Pay effettua degli arrotondamenti su tutti gli acquisti, in modo che piccoli importi siano trasferiti in automatico in un salvadanaio digitale o investiti nei prodotti disponibili. Usa l’intelligenza artificiale per suggerire agli utenti come controllare le spese. Permette di collegare altri conti e carte. «Rappresenta il primo esempio di integrazione avanzata fra fintech e finanza tradizionale» dice il team. Sul fronte investimenti, fino al 5 maggio gli utenti potranno investire in TassoFisso, un nuovo prodotto che garantisce un rendimento fisso del 2% netto. Importo minimo per accedere: 100 euro.

Vi abbiamo raccontato qui la storia di Benedetta Arese Lucini, 35 anni, ex manager e consulente, oggi imprenditrice. Appassionata da sempre di numeri, è l’unica italiana tra le donne più influenti del fintech in Europa (Women in Fintech). «Mia mamma è stata un grande role model. A tre anni facevo già le equazioni e le risolvevo giocando… Sono convinta che la finanza debba essere più accessibile a tutti».

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.