Apro un bar a tempo e lo porto in tutto il mondo

0
5728
Ivan Mitin - Foto da Facebook Ziferblat London

Un locale dove non si pagano le consumazioni, ma il tempo trascorso all’interno. L’idea arriva dalla Russia.

Uno spazio aperto a tutti, dove poter lavorare, consumare bibite e cibo illimitati senza pagare la consumazione. Caffè, dolci e snack sono gratuiti. Quello che si paga è il tempo trascorso all’interno del locale. L’idea è di Ivan Mitin, giovane imprenditore russo, che ha lanciato il primo Ziferblat a Mosca nel 2011. Da allora ha replicato il business in cinque Paesi, con 14 caffè.

Foto da Facebook Ziferblat London

Le tariffe variano: a Londra si pagano 8 penny al minuto. I Ziferblat offrono wi-fi, giornali, giochi da tavolo, pianoforte. E dispongono anche di sale meeting e spazi per coworking ed eventi. «Ognuno può fare quelle che vuole, proprio come se stesse a casa sua» spiega Ivan sul suo sito.

Foto da Facebook Ziferblat London

L’idea? «È iniziato tutto per caso. Con un gruppo di amici cercavamo uno spazio per sviluppare un progetto artistico. Ci incontravamo nei bar per organizzare il lavoro, ma ci infastidivano le occhiatacce dei camerieri che aspettavano che ordinassimo un altro drink». Esistono bar a tempo anche in Italia, a Roma e Milano.

Info: http://ziferblat.net

 

Tratto dall’articolo di Silvia Messa “30 idee brillanti per fare impresa” pubblicato su Millionaire di settembre 2017. Per acquistare l’arretrato scrivi a abbonamenti@ieoinf.it.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here