Google, come promuovere un’impresa e farsi trovare (al meglio) online

0
1883
google my business

Esiste un luogo speciale nel web ad alta visibilità che permette performance a chi ha un’attività commerciale o a un professionista che sviluppa il proprio core business nel local. Un luogo gratuito, eppure ancora oggi poco sfruttato. Ecco Google My Business, spiegato dalla nostra esperta Rosa Giuffrè, consulente per la comunicazione digitale, formatrice e docente.

Hai in mente quando cerchi online un prodotto o un servizio? Gli orari di apertura di un’attività? I feedback e le recensioni su un negozio? Le informazioni che Google ci restituisce provengono proprio da quella scheda. È il primo risultato della ricerca che compare, quella posizione nella prima pagina di Google cui tutti aspiriamo. Si chiama Google My Business ed è davvero strategica.

Come reclamare la tua scheda

Google spesso crea in modo automatico queste schede quando incrocia dati, tra Google Maps e siti Internet, e “capisce” che in quel luogo c’è un’attività. Inserisce quindi informazioni che presuppone siano corrette, indicando chiaramente che, se sei proprietario di quell’attività, puoi reclamare la scheda. La scheda è gratuita. Attenzione: circolano truffatori che vanno dai commercianti, a nome e per conto di Google, e si fanno pagare per l’aggiornamento. Se non l’hai ancora reclamata, basta che tu sia in possesso di una casella di posta gmail, clicchi su “reclama la scheda” e compili i tuoi dati. Google, per verificare che tu sia il proprietario, ti invierà all’indirizzo indicato una cartolina con un codice che dovrai inserire online. A quel punto il gioco è fatto.

Cosa fare sulla scheda

  • Aggiorna la descrizione dell’attività.
  • Indica le modalità per essere contattato, email, telefono.
  • Compila l’indirizzo e collega il tutto a Google Maps.
  • Inserisci servizi.
  • Specifica orari di apertura e chiusura (standard o aperture straordinarie).
  • Ricevi e commenta recensioni.
  • Aggiungi foto e video.
  • Pubblica post, promozioni, eventi per aggiornare i clienti su quello che fai.

Perché la scheda è strategica

Tutti i contenuti, che consiglio di aggiornare frequentemente per ottenere performance migliori, sono inseriti direttamente da te nella piattaforma Google. Sia che il tuo cliente ti conosca o meno, facendo una ricerca per parole chiave, potrà più facilmente trovarti e contattarti. Se hai un negozio di abbigliamento di Como, specializzato in cerimonie e abiti per damigelle, inserirai questa descrizione nella tua scheda, pubblicherai post e contenuti con foto e video in cui ribadisci questa parola chiave, utilizzandola come titolo dei post. I tuoi contenuti potranno così apparire nella ricerca testuale, ma anche nella ricerca per immagini! Per qualsiasi attività, un utente può arrivare a te attraverso due vie: 1) Digitando il nome della tua attività o il tuo nome. 2) Inserendo una parola chiave che, in sintesi, è la risposta al suo bisogno in quel momento (nel nostro esempio “abiti da cerimonia per damigelle”).

Non fermarti solo alla compilazione di una misera descrizione: sfrutta a pieno questa possibilità e fatti trovare da chi ti cerca. Inizia da una domanda: cosa potrebbero digitare le persone che cercano un servizio come il mio? Stila un elenco di parole chiave e inizia a sfruttare a pieno la potenza di Google my Business.

di Rosa Giuffrè

Tratto da Millionaire di marzo 2020. 

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.