Roseto Valfortore: 5000 euro a chi si trasferisce o fa impresa nel borgo pugliese

6492
roseto valfortore
Foto di Ra Boe da Wikimedia Commons

Un piccolo borgo, tra i più belli d’Italia, in provincia di Foggia, offre 5000 euro a chi vorrà trasferire lì la propria residenza. È Roseto Valfortore, circa 1000 abitanti. Il paese in collina, nell’entroterra pugliese, quasi al confine con la Campania, rischia lo spopolamento. E l’amministrazione offre incentivi per ripopolarlo: non solo alle famiglie che torneranno o andranno ad abitarci, ma anche agli intraprendenti che a Roseto avvieranno un’impresa. Stessa cifra.

L’iniziativa, lanciata dalla sindaca Lucilla Parisi, si avvale dei fondi di sostegno che il governo ha destinato ai Comuni marginali (180 milioni di euro in totale a 1.187 Comuni, il 95% al Sud).

Le risorse messe a disposizione da Roseto Valfortore ammontano al momento a 50mila euro. Saranno 10 quindi i beneficiari. Il contributo, una tantum e a fondo perduto, sarà assegnato in base all’ordine di arrivo delle domande. Ma le famiglie con almeno un cittadino rosetano avranno la priorità.

Il bando scade il 28 febbraio. Una volta pubblicata la graduatoria finale, le famiglie avranno due mesi di tempo per trasferirsi nel borgo.

Anche le imprese, attività commerciali, artigianali e agricole, dovranno presentare domanda entro la fine di febbraio. Requisito indispensabile è che abbiano la propria sede in paese.

Già lo scorso aprile il Comune di Roseto aveva deciso di acquisire alcuni immobili abbandonati e ristrutturarli, anche assegnandoli a privati o imprenditori. Tante le iniziative messe in atto negli ultimi anni dai borghi italiani per scongiurare lo spopolamento, recuperare il patrimonio e rilanciare il turismo. Dalle “case a 1 euro” di Ollolai, Sambuca di Sicilia, Laurenzana e molti altri ai contributi a fondo perduto di Locana o Santo Stefano di Sessanio. Tra provocazione e marketing, nel 2019 il sindaco di Esino Lario, in provincia di Lecco, aveva attirato l’attenzione sul tema annunciando l’asta degli edifici storici del paese.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.