“Dalla Sardegna agli Usa. Il mio braccialetto salvavita è una rivoluzione”

0
3059

Embrace di Empatica supera i test della Food and Drug Administration. Potrà essere utilizzato come dispositivo medico in neurologia.

Embrace, l’orologio smart ideato dall’italiano Matteo Lai per monitorare i pazienti affetti da epilessia, conquista gli Stati Uniti. È stato approvato dalla Food and Drug Administration (FDA), l’ente che regola i prodotti alimentari e farmaceutici negli Usa. «È la prima volta che uno smartwatch viene approvato in campo neurologico» commenta Lai. «E speriamo che Embrace aiuti a cambiare in meglio l’esperienza dei dispositivi medici».

La soddisfazione è doppia. «Non solo finalmente milioni di pazienti che vivono con epilessia hanno un nuovo strumento affidabile per monitorare la propria condizione, ma questa è anche una rivoluzione per i dottori e le aziende che si occupano di studiare e testare nuove terapie. Sono molto soddisfatto del team di Empatica, che ha lavorato duramente per arrivare fino a qui».

Per l’approvazione della FDA, il braccialetto è stato testato in uno studio clinico che ha coinvolto 135 pazienti epilettici, che hanno indossato Embrace per 272 giorni. Il test ha dimostrato che il dispositivo è in grado di rilevare il 100% delle crisi epilettiche.

«Abbiamo aspettato a lungo questo giorno: sono passati tre anni da quando abbiamo cominciato i primi studi clinici, e 18 mesi col processo di approvazione. C’è voluta un’enormità di lavoro (e 1500 pagine di dossier finale)».

I più piccoli e precisi wearable device al mondo 

Lai, 36 anni, di Cagliari, due lauree in Architettura e un master in Innovation management, ha creato la sua startup Empatica nel 2011. Da allora Empatica sviluppa e produce i più piccoli e precisi wearable device al mondo per il rilevamento di segnali fisiologici nella vita quotidiana. Come Embrace, che monitora l’attività del sistema nervoso, rileva i parametri, elabora i dati grazie all’intelligenza artificiale e avvisa gli operatori sanitari, via smartphone, in caso di crisi epilettiche o neurologiche. Embrace è stato lanciato nel 2015 con una campagna di crowdfunding ed è disponibile sul mercato dal 2016.

Oltre all’affidabilità, uno dei suoi punti di forza è il design. «I dispositivi medici sono generalmente troppo ingombranti e scomodi: la gente semplicemente non li vuole indossare» spiega Matteo Lai. «Con Embrace abbiamo voluto intraprendere una strada diversa: volevamo progettare il primo dispositivo medico al mondo in grado di vincere un premio di design, pur essendo utilizzato come prodotto salvavita… Tecnologia all’avanguardia e buon design devono andare di pari passo».

Oggi Empatica conta 45 dipendenti tra Italia e Stati Uniti. Dal 2016 Lai è tra gli imprenditori ad alto potenziale supportati da Endeavor Italia. «Non credete alle storie di successo facili, sono favole. Bisogna essere molto, molto determinati. Ed essere disposti a spaccarsi la schiena e fare molti sacrifici per un bel po’ di anni» ha raccontato a Millionaire.

Info: www.empatica.com

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here