Jack Dorsey rinuncia a stipendio e bonus: solo 140 centesimi per il Ceo di Twitter

0
1301

Dal 2015 Jack Dorsey, 42 anni, Ceo e co-founder di Twitter, rinuncia a stipendi, premi e bonus. Anche nel 2018 ha percepito solo un salario di 140 centesimi di dollaro. Una cifra simbolica che richiama i 140 caratteri, ovvero il limite massimo dei primi tweet.

La scelta di Dorsey emerge da un documento che la compagnia ha inviato alla Sec (la Consob degli Stati Uniti). «A dimostrazione del suo impegno e della sua convinzione nel potenziale di creazione di valore a lungo termine di Twitter, il nostro Ceo ha rinunciato a ogni compenso e benefit», si legge nel documento, «tranne un salario di 1,40 dollari».

D’altra parte Mr Twitter può contare su oltre 18 milioni di azioni della società, che in base al valore attuale del titolo (35 dollari) valgono circa 630 milioni di dollari. Secondo Forbes, il suo patrimonio ammonta a 5,3 miliardi.

Appassionato di informatica e mappe, Jack Dorsey ha avuto l’ispirazione per la piattaforma dei cinguettii già da studente. Quando ancora frequentava la scuola, ha creato un software per lo scambio di messaggi tra le reti di taxi e corrieri. Prima di lanciare Twitter, ha cambiato diversi lavori e ha affrontato il fallimento della sua prima società. L’occasione per realizzare la sua prima idea, arrivò mentre lavorava in una società di podcasting: il suo capo Evan Williams chiese ai dipendenti nuovi progetti. E lui si fece avanti. Era il 2006 quando i due lanciarono la piattaforma insieme a Biz Stone e Noah Glass. Dorsey, che è anche Ceo di Square, una società specializzata in pagamenti mobile, è tornato alla guida di Twitter nel 2015. La sua gestione ha portato l’azienda in utile, dopo un periodo di crisi.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.