Le donne più ricche della tecnologia: da Lauren Powell Jobs a Sheryl Sandberg

0
3566
Laurene Powell Jobs - Foto di Rhododendrites da Wikimedia Commons

La top 10 dei miliardari del Pianeta è affollata da uomini che hanno creato colossi della tecnologia, come Jeff Bezos di Amazon, Bill Gates di Microsoft o Mark Zuckerberg di Facebook. Nessuna donna del settore compare nelle prime posizioni. Così il sito americano Business Insider punta i riflettori sulle women in tech più ricche del mondo e, partendo dai loro patrimoni attuali, elenca le 11 miliardarie della tecnologia.

La numero uno è Laurene Powell Jobs, con un patrimonio di oltre 18 miliardi di dollari. L’imprenditrice, 55 anni, ha sposato il fondatore della Apple nel 1991. Negli anni ’90 ha iniziato a occuparsi di affari e beneficenza. Prima ha fondato un’impresa di cibo bio in California. Poi ha creato College Track, un programma non profit che supporta gli studenti indigenti. La sua impresa più grande è la Emerson Collective, organizzazione filantropica che si occupa di istruzione, immigrazione e ambiente. Powell Jobs controlla un fondo che detiene azioni di Apple e Disney, ed è azionista di maggioranza della storica rivista The Atlantic.

Al secondo posto, con oltre 4 miliardi di dollari, c’è Dagmar Dolby, 77 anni, principale azionista della Dolby Laboratories, società americana che sviluppa tecnologie audio. In terza posizione, Judy Faulkner, founder e Ceo di Epic Systems, azienda di software sanitari avviata nel 1975. Oggi l’imprenditrice ha un matrimonio stimato di 3,6 miliardi. A un passo dal podio, si trova Meg Whitman, 62 anni, ex Ceo di Hewlett Packard Enterprise e eBay. Oggi è a capo della startup Quibi. Ha un patrimonio di 3,3 miliardi.

Non solo ricchezze made in Usa, molte donne miliardarie arrivano dall’Asia. Quinta della lista, Zhou Qunfei (5) è una self-made woman. Nata in una famiglia povera, in Cina, ha lavorato per anni come operaia. Nel 1993 è riuscita a creare la sua prima impresa, investendo 3000 dollari. Oggi Lens Technology, a Hong Kong, produce schermi per smartphone per grandi aziende, come Samsung e LG. Qunfei, 49 anni, ha una ricchezza di oltre 3 miliardi. Anche la sesta in classifica, Ma Dongmin, è cinese. Moglie di Robin Li, cofounder e Ceo di Baidu, dal 2017 lavora al fianco dell’uomo come assistente. Il suo patrimonio ammonta a 2,6 miliardi. Lam Wai Ying è presidente e socia della Biel Crystal Manufactory di Hong Kong, specializzata in vetri touchscreen per iPhone e altri prodotti tech (patrimonio: 2,3 miliardi).

In ottava posizione: Thai Lee, americana, Ceo di SHI International, fornitore di servizi e prodotti IT. Seguono le cinesi Wang Laichun, presidente di Luxshare Precision, azienda di connettori elettronici (2 miliardi) e Zeng Fangqin, presidente di Lingyi Technology, fornitore di componenti per smartphone, tablet e laptop per grandi aziende come Huawei e Apple (1,6 miliardi).
.
Chiude la classifica, in undicesima posizione, con 1,6 miliardi, Sheryl Sandberg, Coo di Facebook. Dopo aver abbandonato il ruolo di vicepresidente per le vendite online per Google, dal 2008 Sandberg è la numero due del social di Mark Zuckerberg. Fa anche parte dei consigli di amministrazione di altre grandi aziende, come Disney e Starbucks.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.