Soldo chiude un round da 180 milioni di dollari: «L’ho costruita nel salotto di casa. È difficile pensare di aver successo risparmiandosi»

4964
gualandri soldo
Carlo Gualandri, founder e Ceo di Soldo

Soldo, la fintech creata a Londra da Carlo Gualandri, imprenditore seriale e veterano del web, chiude un round Serie C da 180 milioni di dollari. «È il più alto mai raggiunto nel settore spend management» annuncia l’azienda. I nuovi fondi serviranno ad accelerare l’espansione internazionale e lo sviluppo del prodotto.

A guidare l’operazione è Temasek, società di investimenti che ha finanziato grandi come Dell, Paypal e Visa. Tra gli investitori, anche Sunley House Capital, Advent International, Citi Ventures. E la riconferma di fondi come Accel, Battery Ventures, Dawn Capital e Silicon Valley Bank.

La piattaforma per la gestione delle spese aziendali

Soldo offre ad aziende di ogni dimensione, dalle microimprese alle big company, una piattaforma per la gestione delle spese fatte dai dipendenti. L’impresa gestisce un unico conto multiutente, il lavoratore ha a disposizione una carta prepagata. E tutti i dati delle transazioni sono digitalizzati.

«I pagamenti aziendali di solito si appoggiano su bonifici e carte di credito aziendali, metodi che rappresentano, ognuno, delle problematiche di gestione e margine di rischi. E questo senza dimenticare che ad ogni transazione segue una ricevuta, il report delle spese, la classificazione e riconciliazione, l’analisi del budget di spesa, tutte operazioni disconnesse e manuali» spiega Gualandri. «Soldo è la risposta digitale a questa costosa complessità che esiste nel mondo delle aziende».

“Ho iniziato nel salotto di casa, facendo di tutto”

Carlo Gualandri, co-founder di Virgilio e Gioco Digitale, ci ha raccontato qui com’è nata l’idea di Soldo nel 2015. «L’ho costruita nel salotto di casa mia. È difficile pensare di aver successo risparmiandosi. Ho fatto di tutto: ho reclutato il team, i miei collaboratori nelle precedenti imprese, ho prodotto strategie, sono andato a “vendere”. Ho raccolto capitali, ci ho messo i miei. Non puoi fare una startup con distacco».

Oggi la piattaforma conta 26mila imprese clienti in oltre 30 Paesi. E punta a crescere sul mercato europeo (soprattutto Benelux, Francia, Germania, Irlanda), che ha un valore stimato di circa 170 miliardi di dollari all’anno. Dall’ultimo round, da 61 milioni, nel 2019, l’azienda ha raddoppiato le sue dimensioni, passando da 100 a oltre 200 dipendenti, tra i suoi uffici di Londra, Dublino, Roma e Milano.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.