Tim Cook a sorpresa a Milano: visita l’Apple store di Piazza Liberty

0
1580
tim cook
Foto Apple

Questa mattina il Ceo di Apple ha visitato a sorpresa lo store di Piazza Liberty, a Milano, in occasione del primo giorno di vendite dell’iPhone XR. È arrivato poco dopo le 8 nel negozio dove erano già entrati i primi clienti. Senza preavviso, confuso tra la folla, Tim Cook ha spiazzato tutti. Ha trascorso circa mezz’ora nello store, passando gran parte del tempo a farsi scattare foto con clienti e dipendenti Apple. Poi ha scritto su Twitter: «Buongiorno Piazza Liberty! Milano è una delle mie città preferite e sono molto felice di essere qui con voi oggi».

Il tweet di Tim Cook a Milano

La centralità dello store milanese e la passione di Cook per la città erano già emerse circa un mese fa. Durante l’evento di Apple dedicato alla presentazione dei nuovi prodotti, il Ceo era salito sul palco dello Steve Jobs Theater di Cupertino mostrando le foto del negozio ed elogiando Milano.

Lo store di Piazza Liberty

L’Apple Piazza Liberty è stato inaugurato il 26 luglio di quest’anno, presentato come un luogo di ritrovo, più che un negozio di iPhone e iPad. A pochi passi dal Duomo, si sviluppa per due piani sotto una grande fontana di vetro al centro della piazza. All’occorrenza, la fontana si svuota e diventa un palcoscenico. Dalla scalinata di ingresso, infatti, è possibile assistere a concerti, eventi e proiezioni di film. All’interno un team di 230 dipendenti accoglie i clienti e organizza corsi gratuiti di fotorafia, filmmaking, musica, programmazione.

Tim Cook in Europa

Tim Cook è in viaggio in Europa già da qualche giorno. Il 24 ottobre è intervenuto alla conferenza dell’Unione Europea sulla privacy, a Bruxelles. Ha mostrato apprezzamento per il nuovo regolamento in materia di protezione dei dati (GDPR) e ha ribadito che la privacy è un diritto umano fondamentale, che ogni compagnia dovrebbe tutelare.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.