A 18 anni crea un reggiseno per rilevare i tumori. Vince il premio studente-imprenditore dell’anno

0
3705
© Facebook Julián Ríos Cantú

Dopo la malattia della madre, Julián Ríos Cantú, messicano, ha progettato Eva, un reggiseno dotato di sensori per la diagnosi precoce del tumore.

Con la sua invenzione vorrebbe aiutare migliaia di donne a diagnosticare per tempo il tumore al seno. Julián Ríos Cantú, 18 anni, messicano, ha progettato Eva, un reggiseno speciale, dotato di biosensori. È in grado di rilevare cambiamenti di temperatura, colore e forma del seno. Monitora i parametri grazie a un’app. In caso di valori anomali, l’app avverte la donna e il suo medico.

Il prototipo non è ancora stato sottoposto ai test medico-scientifici che ne stabiliranno l’effettiva affidabilità. Ma, quello che più colpisce nella storia di Julián, è il suo impegno. Il 18enne ha scelto di dedicarsi alla diagnosi precoce del tumore dopo la malattia della madre. La donna ha rischiato la vita e si è dovuta sottoporre a una doppia mastectomia a causa di una diagnosi tardiva.

Per la sua invenzione, Julián ha ricevuto premi e riconoscimenti. Si è aggiudicato il Global Student Entrepreneur of the Year 2017, tra studenti di oltre 50 Paesi. Dal 2006 l’Entrepreneurs’ Organization premia i ragazzi che ottengono risultati eccezionali, combinando studio e imprenditoria. Quello che ha impressionato i giudici è soprattutto la passione di Julián. E la sua visione. Insieme a un team di coetanei, il 18enne, che frequenta il Monterrey Institute of Technology, ha fondato Higia Technologies, una società dedicata a migliorare la qualità della vita delle donne, grazie alla tecnologia.

 

Ad oggi, i migliori metodi per la prevenzione del tumore al seno sono l’autopalpazione, le visite specialistiche di ginecologi e senologi, la mammografia e l’ecografia.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.