1990-2010 Millionaire compie 20 anni

0
1548

In 20 anni abbiamo cambiato gusti, sogni, aspettative. Modi di pensare, di fare impresa, di vivere. E con noi è cambiata l’Italia. Per festeggiare il compleanno di Millionaire abbiamo deciso di ripercorrere la nostra storia. E voi, dove eravate 20 anni fa? All’asilo, all’università o già in carriera? Scriveteci (redazione@nuovo.millionaire.it)

1990: quando nel 1990 in Italia c’erano la lira, Bettino Craxi, i 45 giri e l’inflazione al 6,50%, veniva stampato il primo numero di Millionaire. In quell’anno Nelson Mandela esce di prigione. L’Iraq invade il Kuwait (miccia della Guerra del Golfo). Il presidente di Confindustria è Sergio Pininfarina. Kevin Costner vince l’Oscar con Balla coi lupi. A Sanremo trionfano i Pooh.

Millionaire ha come sottotitolo “Far soldi in proprio. Idee & opportunità”, è quadrato (misura 30 cm per lato), in carta uso mano, costa 5.000 lire ed è bimestrale. Ha una grafica spartana, 64 pagine, ma già tanti contenuti.

1993: la Cecoslovacchia cessa di esistere, nascono Repubblica Ceca e Slovacchia. Gli spari sopra di Vasco Rossi è il singolo più venduto. Bill Clinton è il nuovo Presidente Usa. Il ciclone “Mani Pulite” sconvolge la politica italiana. Agli Oscar trionfa Clint Eastwood con Gli spietati. L’inflazione in Italia è al 4,40%.

Millionaire stravende con un’inchiesta sul mondo del sesso. Ma sono già numerosi i reportage su come investire e lavorare all’estero (Mauritius, Russia, Thailandia, Sudafrica…). E tante le proposte per battere la crisi. Fra gli imprenditori più amati (e raccontati) c’è Renzo Rosso, fondatore della Diesel. A metà anno, il sottotitolo cambia: da “Fare soldi in proprio” diventa “Idee e opportunità dal mondo”. Costa 6.000 lire.

1996: si diffondono i telefoni cellulari. In Europa entra in vigore il Mercato Unico. In Italia per la prima volta la Sinistra è al governo. Giorgio Fossa, 42 anni, è il più giovane presidente di Confindustria. Kofi Annan è eletto segretario dell’Onu.

Millionaire ha una redazione ormai strutturata e un nutrito gruppo di collaboratori. Con 175mila copie, tocca il suo picco di diffusione. Vendite, motivazione e franchising continuano a essere fra gli argomenti di punta. Un business di successo? L’allevamento degli struzzi.

1999: nasce ufficialmente l’euro, che entrerà in vigore l’1 gennaio 2002. La vita è bella di Roberto Benigni vince l’Oscar come miglior film straniero. L’inflazione è al 2,20%. Carlo Azeglio Ciampi è il nuovo Presidente della Repubblica. Il primo album di Britney Spears vende 27 milioni di copie e Rolling Stone le dedica la copertina.

Millionaire costa 7.000 lire (al cambio 3,62 euro). Il Duemila è alle porte e anche la redazione guarda al futuro. Fra i nuovi strumenti si afferma Internet e, fra le nuove opportunità, l’e-commerce. Tanta concretezza, senza dimenticare il sogno. A inizio 2000, la testata cambia nome in Ekò, ma non durerà.

2002: entra in vigore l’euro. Al Qaeda rivendica gli attentati alle torri gemelle di New York dell’11settembre 2001. L’Argentina è in bancarotta. La Fiat annuncia perdite ed esuberi. Apple lancia la seconda edizione di iPod, nato l’anno prima. Sbanca al cinema il primo film della serie Harry Potter; i libri negli anni venderanno oltre 400 milioni di copie.

Millionaire ha come sottotitolo “il mensile che ti mette in proprio”. Propone ai lettori business nuovi e rinnovati: wine bar, allevamento di bufale, negozio di telefonia. E soprattutto incoraggia a cambiare! Costa 4 euro. Nasce il sito www.nuovo.millionaire.it

2006: l’economista Muhammad Yunus vince il Nobel per la pace. In Italia Giorgio Napolitano è il nuovo Presidente della Repubblica. La Nazionale italiana di calcio è campione del mondo a Berlino. Il mondo trema per l’influenza aviaria. Laura Pausini è la prima cantante italiana a vincere un Grammy award. La Nikon annuncia la fine della produzione delle macchine fotografiche a pellicola.

Millionaire ha come sottotitolo “libera la tua indipendenza”. E tocca sempre i temi più “caldi” e attuali. Grande successo per gli articoli che spiegano come “mollare tutto” e rifarsi una vita all’altro capo del mondo. Ma è il business delle T-shirt a far impazzire i nuovi lettori.

2008: è l’anno internazionale del Pianeta. Il greggio sfonda il tetto dei 100 dollari al barile. Valentino Rossi conquista l’ottavo Motomondiale. Grave crisi economica per gli Usa, che poi contagerà tutto il mondo. Barack Obama è il primo presidente afroamericano degli Stati Uniti.

Millionaire continua a trattare i temi di sempre, ma con una veste nuova e più legata all’attualità e al futuro. E il futuro, a volte, guarda indietro: come il ritorno a coltivare la terra.

2010: ci sono gli euro, Silvio Berlusconi, David Cameron, l’iPad e il digitale terrestre. L’inflazione è all’1,30%. I Mondiali di calcio sono in Sudafrica. Un terremoto devasta Haiti. L’eruzione di un vulcano islandese crea una nube che blocca il traffico aereo. Il presidente di Confindustria è Emma Marcegaglia.

Millionaire compie 20 anni. Ha circa 200 pagine e continua ad avere grande cura per i contenuti e la grafica. È anche su Facebook e Twitter. Crede nel cambiamento, guarda lontano e cerca di essere sempre più vicino ai suoi lettori. Con l’obiettivo di sempre: aiutarli a trovare idee e strumenti per cambiare vita o lavoro. Grazie per questo splendido viaggio insieme. Ripartiamo per altri 20 anni?

Millionaire 7-8/2010

Print Friendly, PDF & Email