50 sfumature di business

4053

Arriva al cinema il film 50 sfumature di nero, con Dakota Johnson e Jamie Dornan. La trilogia ha conquistato milioni di donne nel mondo e fatto ricca la sua autrice. Ecco i segreti del successo delle 50 sfumature.

Numeri da capogiro: 125 milioni di copie vendute dei tre libri della serie 50 sfumature, traduzioni in 30 lingue, 570 milioni di dollari incassati dal primo film: Per non parlare del merchandising, i gadget, le colonne sonore…

Pare proprio che la londinese Erika Leonard (E. L. James è il suo pseudonimo) abbia il tocco magico. La sua trilogia (50 sfumature di grigio, 50 sfumature di nero e 50 sfumature di rosso) comanda le classifiche dei best seller di mezzo mondo. In patria, ha strappato a J. K. Rowling, autrice della saga di Harry Potter, il primato del libro più venduto di sempre.

La storia è semplice: la giovane e ingenua Ana incontra Christian Grey, imprenditore ricchissimo («Non puoi regalarmi 24mila dollari» dice lei. «E perché – risponde lui – io li guadagno in un quarto d’ora»), galante, dal carattere forte e dai gusti sessuali “bizzarri”. Lei si innamora subito del suo sguardo “ardente”, mentre lui la ricopre di regali, la porta nei migliori ristoranti (e ordina anche per lei) e in camera da letto privilegia pratiche sadomaso al sesso “vanilla” (quello tradizionale). Insomma: un principe azzurro rivisto e corretto.

Come si scrive un bestseller

Ma come ha fatto una dirigente televisiva di 49 anni con due figli adolescenti a scrivere la saga hot del momento, inventare il genere “mommy porn” (l’erotismo per le mammine) e polverizzare tutti i record di vendita?

Lo spiega il marito (lo stesso da vent’anni) Niall Leonard, sceneggiatore e scrittore: «Erika lavorava in tv come capo della produzione: era bravissima, ma mai veramente felice. Dopo aver divorato la saga Twilight, capì che cosa voleva fare: scrivere un libro tutto suo. Così nel 2011 andammo a comprare una scrivania, lei si sedette e, sfruttando ogni minuto libero, scrisse due romanzi».

Fin qui, tutto normale: quante sono le persone che hanno un libro nel cassetto? Ma Erika non lo lascia lì, lo pubblica invece a puntate online su www.fanfiction.net, uno dei tanti forum in cui i lettori si divertono a riscrivere le storie dei loro eroi preferiti, con nuovi sviluppi e ambientazioni diverse.

I fan impazziscono per le scene hard di Erika e l’autrice decide di pubblicare il libro sotto forma di e-book e con la (costosa) formula del print-on-demand. I primi due romanzi, trovato un editore australiano, cominciano a vendere un centinaio di copie a settimana. A quel punto Erika decide di lasciare il lavoro. «Provai una sensazione di panico, perché era l’unica di noi due ad avere un reddito fisso» confida Niall.

Ma le preoccupazioni del marito sono presto spazzate via: grazie al passaparola e ai social network, le vendite dei libri crescono a ritmi vertiginosi. E al piccolo editore australiano si sostituiscono dei colossi del settore. In pochi mesi, a inizio 2012, Erika arriva in cima alle classifiche di Amazon e del New York Times.

«Ricevevamo e-mail in cui ci chiedevano il nome del genio responsabile della campagna di marketing di Erika, ma in realtà non c’era alcuna campagna di marketing. A eccezione di alcuni blog di libri, tutto era basato sul passaparola, niente apparizioni in tv. A parte le presentazioni in giro per il mondo, poco è cambiato nella nostra vita » conclude il marito.

Gli ingredienti del successo

  • Formula già sperimentata (quella di Twilight) con variazioni sul tema
  • Un principe azzurro moderno: ricco, innamorato, di carattere, sessualmente “strano”, che alla fine cambia per amore.
  • Una storia lineare e una scrittura semplice: elementi per arrivare al grande pubblico dei non lettori (quello che fa fare i grossi numeri).
  • Un titolo e una copertina azzeccati.
  • La serialità. Oggi non basta più avere un romanzo nel cassetto: serve almeno una trilogia.
  • Il tempismo e la fortuna. Quante Erika Leonard ci saranno sparse nel Pianeta? E quanti romanzi con caratteristiche simili esisteranno? Eppure lei e solo lei è arrivata al momento giusto con la storia giusta.
Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.