Alessia, 23 anni, e il sogno di creare un brand tutto Made in Italy

5400

23 anni, Alessia Bestetti, milanese, ha lavorato e studiato in giro per il mondo (Pechino, Hong Kong, Rio De Janeiro). Appassionata di moda, ha deciso di mettersi in proprio creando un suo brand: si chiama Itaholic e realizzi capi con cotone e cachemire fatti a mano.

Lavoro come indossatrice e laurea in mediazione linguistica, Alessia si autofinanzia per realizzare il suo sogno, creare un brand nella moda: «Non ho mai fatto un’azienda, ma le esperienze all’estero mi hanno fatto crescere in fretta. Ho pensato di fare qualcosa di mio e sono partita in piccolo. Ho trovato un po’ di amici bravi con l’uncinetto, ideato dei prodotti, registrato il marchio e sono partita» racconta Alessia a Millionaire.

image5

Si occupa di tutto, risponde alle email dei clienti, gestisce le pagine social del neonato brand: «Non immaginavo che fosse così impegnativo. Stare dietro a tutti gli aspetti di un business ti prende molto tempo. Ma è divertente, anche se stancante».

Oggi usa i social per vendere. Posta le foto nelle quali fa da modella e ha creato un canale di vendita che si fonda sul passaparola: «Ho iniziato con i miei amici, sfruttando la stagione invernale. I cappellini, fatti a mano al 100%, stanno avendo un buon riscontro. Chi parte per andare a sciare li compra, li indossa, si fa foto e questo aiuta a far girare il nome del brand. Siamo agli inizi, ma questa partenza mi fa guardare al futuro con ottimismo».

image1

Tra poco attiverà anche la vendita online, mentre prepara la collezione estiva: «Short e magliette usciranno in estate: quello sarà il banco di prova per il brand. In futuro spero di aprire anche un negozio dove vendere le prime collezioni».

image2

Partita da poco ne ha venduti una ventina (85 euro in lana, 125 euro in cachemire, i cappellini). Ai giovani della sua età Alessia consiglia di volare in alto: «Fate tutto quello che avete voglia e passione di fare. Viaggiate tanto, vi cambierà la vita. E poi mettetevi in azione, provateci. Si può fare quando siamo giovani. Cosa aspettate?».

INFO: http://www.itaholic.com/

Redazione

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteGianluca, nomade digitale, racconta la sua vita in giro per il mondo
Prossimo articoloTutti falliscono anche Mourinho, licenziato dal Chelsea. Cosa ci insegna Josè?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.