Come invento un miele innovativo: Giorgio per #Italiacheriparte

0
6239

Si è inventato un miele invecchiato come il vino e oggi lo esporta in tutto il mondo (Australia, Europa, America). Giorgio Poeta, 30 anni, è un apicoltore di Fabriano, comune di 30mila abitanti in provincia di Ancona.

La passione della terra l’ho ereditata da mio padre (imprenditore agricolo, ndr). Dopo il diploma mi ha regalato, quasi per gioco, due arnie (cassetta per l’allevamento delle api, ndr). Lì è iniziato tutto» racconta Giorgio a Millionaire.

Indeciso se abbandonare o meno il suo paese dopo la laurea in Agraria, ha scelto di restare per dedicarsi a tempo pieno all’agricoltura:

Oltre a produrre miele tradizionale, avevo voglia di sperimentare un prodotto innovativo. Allora ho sfruttato le mie conoscenze in enologia e creato un miele invecchiato in barrique di rovere. L’idea era di avvicinare un mondo ricco come quello del vino a uno “povero” come quello del miele».

poeta-10-780x480

Ha iniziato a sperimentare in un laboratorio di 25mq, investendo 15mila euro. Poi ha alzato la cornetta per contattare chef importanti e offrire il suo prodotto, che ne 2011 è stato premiato da Coldiretti Giovani.

Non ho paura di alzare il telefono e provare. I miei amici mi davano del matto. Chiamavo chef stellati, senza avere alcun timore di un loro rifiuto. E grandi operatori del mercato italiani e esteri. D’altronde, se non comunichi, difficilmente qualcuno verrà da te. Facevo 100km in macchina per vendere 20 euro di miele. Non ci pagavo nemmeno la benzina, ma sapevo che stavo gettando le basi per il mio futuro».

poeta-2-780x480

Oggi la sua azienda possiede 300 arnie, produce 80 quintali di miele l’anno. Oltre a prodotti innovativi come l’idromiele, un fermentato di acqua e miele, realizzato usando tecnologie avanzate.

Come si fa a ripartire dalla terra?

La cosa più importante è il contatto umano con le persone, parlare di quello che si fa con entusiasmo, essere curiosi e non avere paura di contattare nomi blasonati per presentare il proprio prodotto. Sono convinto che con un’agricoltura di qualità si possa vivere e guadagnare bene. Certo, bisogna studiare e non improvvisarsi o peggio ancora, scegliere l’agricoltura come ripiego. Poi crederci veramente. Io non ho mai pensato di non potercela fare. Più che provarci, bisogna essere sicuri di riuscirci. Infine, fare piccoli passi. Non grandi investimenti iniziali. Insomma, non esporsi troppo in fase di lancio del prodotto».

INFO: http://www.giorgiopoeta.com/

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivici su Facebook, su Twitter e Google+, usando sempre #italiacheriparte o via email a italiacheriparte@nuovo.millionaire.it

Giancarlo Donadio

(Fonte foto Coldiretti Giovani)

Vuoi saperne di più? Ecco il Kit di Creaimpresa…

Kit_Creaimpresa_Apicoltura

http://www.creaimpresa.it/partner/avviare_apicoltura_pt.php?bid=663

Clicca qui per scoprire come avviare un’attività di apicoltura…

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.