Con un paio di cuffie divento il rapper più ricco al mondo

2860

Dalle strade violente di Compton, quartiere disagiato di Los Angeles, ad Apple che acquista la sua azienda per una cifra di 3 miliardi di dollari.

La storia di Andre Romelle Young, 50 anni, rapper, produttore e imprenditore americano noto come Dr Dre, parte dal basso, come spesso accade per i grandi dell’hip pop. Famiglia divorziata, problemi economici, poca voglia di studiare (prova a entrare in aviazione ma i suoi voti bassi glielo impediscono), Dr Dre riesce a riscattarsi attraverso la musica. Prima da rapper, poi da produttore (è lui ad aver scoperto talenti come Eminem e Fifty Cent, tanto per citarne due conosciuti a livello mondiale), il ragazzo di Compton ne ha fatta di strada.

E oggi continua la sua ascesa da imprenditore. Carriera, che a dire il vero, era già ben avviata prima che la Apple comprasse la sua azienda, segnando la più grande acquisizione della sua storia. Dr Dre, infatti, insieme al suo socio in affari, Jimmi Iovine (tecnico del suono per artisti come John Lennon Springsteen, poi produttore di U2, Simple Minds e Patti Smith), dà vita alla Beats Eletronics, azienda specializzata nella produzione di cuffie tecnologiche e alla moda, nel 2006.
10261958_569199929863093_684514969264704050_n

Dopo pochi anni, le cuffie di sua produzione, diventano già un must per i giovani che amano il rap o che sognano di emulare la carriera di Dr Dre. Alla rapida ascesa dell’azienda contribuiscono poi due fattori: uno stile di comunicazione indovinato con testimonial mirati, assi della musica e dello sport (da Lady Gaga a Lebron James, a Neymar) e una cura meticolosa nel design e nella qualità del suono.

È proprio il successo di questi primi prodotti che portano i due soci a creare un servizio musicale di streaming che in poco tempo diventa un temibile rivale in America di colossi come Spotify e Deezer.

Tim Cook, Ceo di Apple, compra, insomma, un pacchetto che già è ben funzionante. La sua mossa ricorda un po’ quello che avvenne 14 anni prima, quando Steve Jobs acquisì Soundjam per poi ribattezzarlo iTunes. Un’idea che è alla base del successo del colosso di Cupertino.

dr dre

La musica è una parte così importante della vita di tutti noi e, in Apple, occupa un posto speciale nei nostri cuori. Ecco perché abbiamo continuato ad investire nella musica e stiamo portando insieme questi team straordinari in modo che possiamo continuare a creare i prodotti e i servizi musicali più innovativi al mondo» ha dichiarato Cook all’indomani dell’acquisizione.

Una dichiarazione più sobria di quella di Dr Dre, che prima ancora di ricevere la notizia che lo avrebbe reso il rapper più ricco del mondo, aveva festeggiato a modo suo con tanto di festino alcolico e parolacce (il video è già un cult su YouTube).

Redazione

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.