fbpx
dyson

Dyson produrrà auto elettriche: “Saranno rivoluzionarie”

Dopo aspirapolvere e phon supersonici, l’azienda di elettrodomestici investe nell’automotive. Il primo modello arriverà sul mercato nel 2020.

Dall’aspirapolvere senza sacchetto alle auto elettriche. James Dyson, fondatore dell’azienda di elettrodomestici hi-tech che porta il suo nome, lancerà le nuove auto a batteria entro il 2020. Investirà circa 2 miliardi di sterline nel progetto, che è in parte finanziato dal governo inglese.

«Abbiamo iniziato a costruire una squadra eccezionale che combina i migliori ingegneri Dyson con i talenti dell’industria automobilistica», ha annunciato sir Dyson in una lettera ai dipendenti, riportata dai media britannici. Il team comprende già 400 persone. Ma sono previste ulteriori assunzioni.

Nessuna rivelazione, al momento, sulle caratteristiche tecniche delle automobili. «La concorrenza per le nuove tecnologie nell’industria automobilistica è feroce», scrive ancora Dyson, «e dobbiamo fare tutto il possibile per mantenere riservate le specificità del nostro veicolo». Ma il fondatore della Dyson promette modelli rivoluzionari e «radicalmente diversi» rispetto a quelli già in commercio. «Finalmente abbiamo l’opportunità di mettere insieme tutte le nostre tecnologie in unico prodotto. Oggi è un obbligo offrire una soluzione all’inquinamento ambientale».

Chi è James Dyson

Scienziato, inventore, imprenditore visionario, James Dyson, 70 anni, ha costruito un impero dal nulla. Ha creato l’aspirapolvere senza sacchetto, dopo più di 5000 tentativi. Nel 2016 ha lanciato un phon supersonico, che in un mese è diventato l’asciugacapelli più venduto del Regno Unito. Punta tutto sui giovani e sulle tecnologie del futuro. E i risultati economici del 2016 confermano che la sua strategia è vincente. Il fatturato di Dyson è cresciuto del 45% lo scorso anno, arrivando a 2,5 miliardi di sterline, anche grazie all’espansione internazionale. La tecnologia Dyson oggi è venduta in 75 Paesi, il 90% fuori dal Regno Unito.

Re Carlo III fa causa a Elon Musk

Il proprietario di Twitter non paga l’affitto degli uffici di Londra da ottobre.   Quanto volte i proprietari di casa che affittano il proprio appartamento

BISS, l’azienda biotech italiana innovativa

ChemoMaker il robot che sostituisce i sistemi di vecchia generazione negli ospedali italiani come quello di Genova San martino, Trieste e Cremona   Da Trieste

SalentIA: la startup al servizio del territorio

Una startup innovativa nata dall’entusiasmo di 110 studenti di una scuola superiore di Lecce per promuovere la loro terra. Intelligenza artificiale e metaverso per incrementare

Volare a emissione zero ora è possibile

È stato effettuato il primo volo a zero emissioni. Si tratta di ZeroAvia, leader dell’aviazione a emissioni zero, che ha preso il volo con il

Hype ha un nuovo CEO

L’ex PagoPa Giuseppe Virgone guiderà la società verso un nuovo percorso di crescita   Giuseppe Virgone lascia PagoPA e diventa il nuovo CEO di Hype.

FrabricNano e la plastica del futuro

La startup londinese punta su un prodotto senza l’utilizzo del petrolio   Come viene prodotta la plastica? E perché è così inquinante? Fino ad oggi,

logo-footer
Il mensile di business più letto.

Direttore responsabile: Lionello Cadorin

Editore: Millionaire.it Srl Indirizzo: Largo della Crocetta, 2 20122 Milano (MI) Italy

Partita IVA: 12498200968 – Numero iscrizione ROC: 38684

© 2023 millionaire.it.