Il Brunello italiano, una storia di successi

1684

Più di sette milioni di bottiglie prodotte ogni anno (dato 2010). Un fatturato di 140 milioni di euro, in crescita costante. Premi e riconoscimenti da tutto il mondo.

Una storia costellata di successi, che vede la sua nascita a Montalcino (SI), nella metà del 1800 quando una varietà del sangiovese viene rinominata Brunello, a causa del colore scuro dei suoi acini. Il successo però arriva dopo la Seconda guerra mondiale, quando la sua fama si estende prima in Italia e poi all’estero.

Dietro il successo di questo grande vino, ci sono le storie di uomini e donne mossi da passione e impegno costanti.

Andrea Cortonesi, 47 anni, proprietario di Uccelleria, racconta:

La mia è una famiglia contadina. Dopo un periodo come dipendente di aziende agricole di altri, mi sono messo in proprio. Sono partito, nella seconda metà degli anni 80, con un casolare e una piccola vigna. Ho cominciato con sei ettari, ma mi sono sempre dato l’obiettivo di crescere.

Non è una strada facile:

Questa attività – continua Cortonesi – per chi la pratica è la sua vita: fare il vino ti coinvolge o ti respinge. Richiede talmente tanto che se uno lo facesse solo in un’ottica di guadagno, alla fine lascerebbe perdere.

Le soddisfazioni però non mancano, come racconta Patrizia Cencioni, 41enne, di Solaria. Poco più che ventenne, perde il padre ed eredita parte dell’azienda familiare:

A 21 anni, 50 ettari sono un peso che può schiacciare.

Eppure, le difficoltà si trasformano presto in una grande opportunità:

Negli ultimi cinque-sei anni, abbiamo vissuto di rendita sui successi passati.

E le gratificazioni non si fermano al guadagno:

L’impegno è tanto, così come le soddisfazioni: i premi, le e-mail dei clienti soddisfatti, gli articoli elogiativi. Se c’è amore, ne vale la pena.

Per approfondimenti sulla storia e la produzione del Brunello di Montalcino e le altre storie di successo, leggere di Millionaire di ottobre 2011.

Redazione

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.