«Come le imprese possono trarre vantaggio dalla rivoluzione tecnologica»

0
1248
Ramez Naam
Ramez Naam al SingularityU Summit di Milano 2018.

«Un tempo ci volevano 120 anni per fare un’azienda di successo. Oggi, in meno di un anno, si può creare un’impresa valutata un miliardo di dollari». Ramez Naam, informatico (ha lavorato 13 anni per Microsoft), futurologo, autore del libro di fantascienza Nexus, ha illustrato l’universo delle startup valutate più di un miliardo di dollari. Possiamo ancora dire che sono unicorni, cioè imprese estremamente rare? No, la situazione sta cambiando. La tecnologia sta offrendo possibilità enormi agli imprenditori. Ma come possiamo rispondere a questa sfida? Ecco 7 cose che possiamo fare per ottimizzarne i vantaggi.

1 Organizza la tua impresa secondo la logica bottom up

«Perché nel XVI secolo la Cina ha smesso di essere una potenza e si sono affacciati sulla scena gli Stati europei? Perché la Cina era un’organizzazione top down, cioè accentrata sull’imperatore, mentre l’Europa era bottom up, formata da tanti Stati indipendenti, ognuno dei quali poteva apportare il suo contributo di idee». Morale: le organizzazioni dirompenti sono quelle in cui tutti possono proporre qualcosa.

2 Sperimenta

«Avete presente i “suggerimenti di acquisto” che Amazon vi propone quando state per comprare qualcosa? Si basano su centinaia di esperimenti a basso costo sui quali lavorano decine di ingegneri. E noi ne siamo le cavie. Design, build, test: è questo il procedimento che tutti noi dovremmo seguire per creare un prodotto di successo».

3 Abbraccia il fallimento

«Sapete qual è la percentuale di successo della feature di Amazon? 1-2%. Secondo voi il 99% è stato fallimento o esplorazione delle possibilità? Avete lo stomaco per provare e riprovare e fallire? La maggior parte delle aziende non lo fa. Le aziende che non abbracciano il fallimento avranno meno probabilità di avere successo».

4 Permetti ai tuoi dipendenti di innovare

«In Silicon Valley si chiama permissionless innovation (innovazione senza chiedere il permesso). È tutto il contrario delle mega riunioni con il Ceo, il Cfo, il Cto, dove l’innovazione muore. Steve Jobs diceva: “Non assumiamo gente in gamba per dire loro cosa devono fare. Assumiamo gente in gamba affinché ci dicano loro cosa fare”».

5 Cambia il tuo business model

«Le startup più rivoluzionarie? Quelle di piattaforma. Il loro valore si autoalimenta grazie ai dati e alle informazioni che sono continuamente caricati, sia sul lato della domanda sia dell’offerta. Airbnb ha un valore di 31 miliardi di dollari e non possiede neanche una casa, ma ogni guest che cerca una sistemazione fa sì che l’host sia più propenso a caricare gli alloggi».

6 Fai disruption

«Quando la tecnologia è dirompente non la puoi fermare, ma le aziende più disruptive riescono a rivoluzionare se stesse. Nel mercato musicale l’utilizzo di piattaforme streaming ha ridotto notevolmente i margini delle industrie discografiche, i ricavi sono scesi dell’80%. Ma major come Universal, Emi, invece di chiamare i loro clienti “ladri” o “tiranni” hanno cambiato il loro modello di business: oggi hanno introiti derivanti dall’ascolto di fi le musicali».

7 Agisci con uno scopo più alto del profitto

«Il Mit di Boston ha preso il 100% dei corsi di studi e li ha messi a disposizione di tutti. Se avrai successo il senso di realizzazione sarà molto più alto delle revenue o dei profitti che avrai ottenuto».

di Eleonora Chioda e Tiziana Tripepi

Tratto da Millionaire di novembre 2018. Per acquistare l’arretrato scrivi a abbonamenti@ieoinf.it

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.