Vivo la vita al 100%

0
1456

Le mille sfide di Vittorio Brumotti, 30 anni, campione di bike trial, inviato di Striscia la notizia

Da dove sei partito?

«Economicamente da zero. La mia famiglia aveva pochi mezzi, ma mi ha sempre dato il suo supporto e questo equivale ad avere due milioni di euro sul conto corrente! La mia passione era una bici da trial e me l’hanno comprata. Costava 890mila lire, per loro è stato un sacrificio economico non indifferente. Già da allora, ho deciso che li avrei ripagati. Per questo dovevo fare un business con la bicicletta».

Come sei riuscito a trasformare il tuo hobby in un lavoro?

«Con il pragmatismo ereditato dal papà del Nord e l’estro della mamma meridionale. Come biker agonista, avrei dovuto fare un altro lavoro per mantenermi. E invece mi sono inventato nuove sfide, ho creato degli eventi intorno a me stesso, ho spostato i limiti. Dal bike trial sono passato allo speed trial, consapevole che in ogni disciplina più sei veloce e spettacolare e più guadagni».

Qual è il segreto del tuo successo?

«Ho sempre creduto in me stesso in modo stakanovista e non arrivista. Sono uno che non molla mai, che va fino in fondo. So che l’importante è portare a casa il risultato. E poi faccio tanti sacrifici: seguo una dieta ferrea, non bevo, non fumo, niente vita mondana. E do sempre il 100%».

Cosa consigli ai giovani che cercano la loro strada?

«Che smettano di aspettare chissà cosa. Per me la disoccupazione non esiste. C’è sempre qualcosa da fare, fosse anche zappare la terra. Ne sento tanti che si lamentano, ma poi li trovo al bar a prendere l’aperitivo, fumare la sigaretta, comprare il Gratta e vinci».

E l’amore?

«Ho una fidanzata (Roberta Armani, nipote di Giorgio, ndr), che la pensa come me. È lei che mi aiuta a riunire tutti i puntini sparsi sul foglio della mia vita. Lei è nata in una famiglia importante, ma poi si è data da fare, si è staccata dall’azienda e ha creato qualcosa di suo. Ci stimoliamo a vicenda, al 100%».

l’impresa più recente

Nel maggio 2010 Brumotti è salito in cima a Punta Caroddi, una guglia alta 150 metri a strapiombo sul mare della Sardegna e ha fatto compiere alla sua bici 19 saltelli sulla ruota posteriore. Ulteriore impresa che gli è valsa il Guinness dei primati.

Lucia Ingrosso, Millionaire 7-8/2010

Print Friendly, PDF & Email