Come vendere su Alibaba

1
7128

Jack Ma ha inventato Alibaba nel 1999. «Un nome semplice da pronunciare, che per tutti significava “apriti Sesamo” e indicava tesori nascosti». Oggi ha mezzo milione di utenti attivi e rappresenta un portale d’accesso per vendere in Cina.

La storia di Alibaba

Un passo indietro per raccontare come è nato Alibaba. Jack è un ragazzino con mille obiettivi. Il primo: imparare l’inglese. Per farlo, si alza all’alba, fa un’ora di bicicletta per raggiungere una località turistica e offrirsi, gratis, come guida agli stranieri. In questo modo, perfeziona la lingua.

Il secondo: avere un cellulare. È il primo del suo villaggio ad averlo e deve anche chiedere il permesso alla Polizia.

Il terzo: fare di Internet un business. Apre il primo sito con 1.000 dollari, lo rivende a 100 volte tanto. Poi arriva Alibaba, un ecosistema con molte componenti: uno spazio per l’e-commerce, una piattaforma btb, un sistema di pagamento, una piattaforma di logistica… Su Alibaba l’utente può trovare tutto: prodotti, servizi, ma anche informazioni e intrattenimento. Ecco perché ha 200 milioni di visitatori al giorno, che tornano in media 7 volte e restano per 22 minuti. Il record di vendite risale all’11 novembre 2016, per il Single day: 17,8 miliardi di dollari (il 37% speso per l’acquisto di prodotti stranieri).

L’opportunità per i venditori italiani

È noto che Jack Ma, come molti suoi connazionali, adora l’Italia. Non a caso è italiana la prima controllata europea, aperta a Milano nel 2015. A oggi sono 1.000 i brand italiani presenti su Alibaba (41% fashion, 21% vino, 10% cosmesi) e 150 le aziende che hanno uno store. Ma come aprire un negozio sull’Amazon cinese? «La fee iniziale è intorno ai 5mila-10mila euro. Ma poi ci sono i costi di promozione e marketing, che sono i più importanti» spiega Rodrigo Cipriani Foresio, managing director di Alibaba Group per il Sud Europa.

Un’altra opportunità interessante è rappresentata dalla piattaforma b2b, che permette di entrare in contatto con 100 milioni di buyer in tutto il mondo.

Info: https://italian.alibaba.com

Per leggere la storia di Jack Ma: www.millionaire.it/alibaba-vuole-comprarsi-il-milan/

In radio e in edicola

Di questo e molto altro, scriviamo su Millionaire di luglio-agosto, in edicola. E parliamo a Radio Monte Carlo, domenica 16 luglio intorno alle 12 e 15, insieme a Rosaria Renna.

Print Friendly, PDF & Email

1 COMMENTO

  1. Credo che il successo di questa piattaforma di ecommerce sia dovuta al fatto che negli ultimi anni grazie alla tecnologia è stato possibile vendere ed acquista on line. Al fondatore di questo sito, ma anche altri siti come Ebay ed Amazon, va il merito di aver creduto nel progetto, organizzato e gestito centinaia di persone tra tecnici venditori ed acquirenti. Cosa molto complessa se non si hanno grandi doti organizzative e comunicative. Sarebbe interessante capire quali sono i modelli organizzativi adottati e la filosofia aziendale che sta alla base di questo successo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.