UNA DONNA AL LAVORO

0
4123

Madre, moglie, manager. Perché anche una donna ce la può fare. La storia di Mara Zanotto, direttore di Ethos Profumerie, può essere di stimolo e di esempio per le tante donne che cercano il loro posto al sole.

A 6 anni sognava di fare la panettiera, a 10 l’inventore. Ai tempi dell’università, lavorava in Rinascente per mantenersi agli studi. «Ero una di quelle ragazze che faceva provare i profumi ai clienti» racconta. Poi ha lavorato per Shiseido e Prada Beauty. Infine, il passaggio a Ethos Profumerie, di cui Mara Zanotto (43 anni) è direttore generale.

«Quando ho iniziato, in Ethos Profumerie eravamo in quattro oltre alla direzione generale, con 110 punti vendita. Nella vita, ho sempre scelto situazioni in cui, a mio rischio e pericolo, potevo fare la differenza».

Nel frattempo, il gruppo cresce. E si fa sempre più attento alle donne, sia intese come clienti che come dipendenti.

«Siamo un’azienda fatta da 200 punti vendita di profumeria, i cui target sono al 97% donne. La donna è il centro del nostro universo. Da qualche mese abbiamo scelto una nuova immagine che ha per protagonista proprio una donna, creata ad hoc da un fumettista, battezzata Stella. La donna è la stella che ci guida. Ogni giorno. In tutto quello che facciamo».

«Rifuggo dall’idea delle donne “più qualcosa” in certe cose e “meno qualcosa” in altre. Le donne sono persone. Così come gli uomini. Ed è la persona che può fare o non fare la differenza non il genere».

Lavoro & famiglia

«Sono mamma di due bambini: Gianmarco (11 anni) e Margherita (1) e sono prima che una mamma una donna. Non credo nelle differenze di genere. In azienda non dedichiamo iniziative ad hoc alle donne, ma a tutti. Lo scorso 14 febbraio abbiamo festeggiato il nostro primo “passion day”: giornata dedicata alle passioni dei nostri dipendenti. I pc si sono spenti e per quel venerdì siamo stati tutti insieme accanto alle nostre passioni: c’erano bambini, mariti, mogli, fidanzati, cani, scarpe, caschi da sci… È stato un modo fantastico per conoscersi e per condividere. Altra iniziativa: il giorno del compleanno stai a casa, pagato».

Ethos non ha paura di assumere donne in età da marito/figli. Incentiva l’attività fisico/sportiva/ricreativa. Aiuta a conciliare lavoro e famiglia.

«Le donne sono speciali nell’essere multi-tasking. Ma dagli uomini dovrebbero imparare a essere più solidali tra di noi, meno pettegole e più pragmatiche. Non facciamo passare l’8 marzo. Rendiamolo più speciale del 7 e meno del 9»

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here