Ferrari per la fase 2: test sierologici gratuiti anche ai familiari dei dipendenti

0
2135
ferrari

Nella prima fase dell’emergenza Coronavirus, tante aziende italiane si sono distinte per generosità, tra maxi donazioni, bonus ai dipendenti, riconversioni industriali. Adesso le imprese passano alla fase 2 con iniziative a tutela dei lavoratori, andando spesso oltre le misure obbligatorie per legge. Dispositivi per il distanziamento, consulenze mediche, test gratis per tutti. E anche stavolta si prospetta una lunga lista di imprese “generose”. Dopo il modello Luxottica per la ripartenza in sicurezza, ecco il programma di Ferrari. Si chiama Back on Track (“Torna in pista”). È stato elaborato già ad aprile con il supporto di virologi ed esperti. E oggi si arricchisce di nuove possibilità per i familiari dei 4000 dipendenti e i fornitori dell’azienda: chi vorrà potrà sottoporsi gratuitamente al test sierologico.

Test gratuiti per 18mila persone

ferrari test
Foto Ferrari

Ferrari ha allestito appositamente una tensostruttura di circa 1.000 mq presso il circuito di Fiorano. Lì, dal 9 giugno, medici e operatori sanitari effettueranno i test che permettono di rilevare l’eventuale presenza di anticorpi al Covid-19.

«In caso di necessità», spiega l’azienda in una nota, si potrà procedere anche con il tampone. «Verrà effettuato in pochi minuti in un’area dedicata della struttura, senza che l’interessato debba scendere dalla propria vettura».

Questa seconda fase del progetto, già adottato per i lavoratori Ferrari, coinvolgerà circa 18.000 persone. I test saranno effettuati nel rispetto della privacy. I risultati arriveranno in tre giorni. E, in base all’esito, le analisi potranno anche essere ripetute. Ferrari condividerà i dati aggregati (in forma anonima) con la Regione Emilia-Romagna a fini di studio da parte delle autorità sanitarie.

Come in Luxottica, anche a Maranello i dipendenti potranno utilizzare un’app per il tracciamento dei contatti e per un supporto medico. L’azienda offre  ai lavoratori anche un servizio di assistenza, telefonica e domiciliare. In caso di positività al Covid-19, verrà messa a disposizione del dipendente una copertura assicurativa specifica e un alloggio per l’autoisolamento, con assistenza medica a domicilio e il materiale sanitario necessario (medicine, ossimetro, ossigeno).

«Con queste misure Ferrari si prende cura della risorsa più preziosa, le proprie persone, facilitando un ritorno alla vita lavorativa il più possibile sicuro e sereno» ha sottolineato l’azienda.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.