HAI UN’IMPRESA ARTIGIANA? RACCONTALA SUL WEB

0
5060

Tecnologia e tradizione: è questa la strada per far sì che un’impresa artigiana sia al passo con i tempi e possa prosperare

 

Saper fare e saper comunicare. È ciò che afferma Hugh MacLeod, pubblicitario e anima di English Cut, vetrina di una storica sartoria inglese. È lui ad aver coniato il termine “global microbrand”: piccole imprese artigiane narrate sul Web che diventano vere e proprie icone. Un modo per riannodare i fili di una rete che oggi più che mai coniuga innovazione e tradizione.

 

 

image description
image description

L’ultimo cartaio di Fabriano, il paese marchigiano dove si realizzano da secoli preziose carte fatte a mano, si chiama Sandro Tiberi, ha 52 anni e utilizza il digitale. Per rendere la sua carta resistente all’acqua o all’olio, applica sulla sua superficie le nanotecnologie idrorepellenti. “Lo facciamo per le lampade o per gli oggetti di design, ma stiamo sperimentando una carta che possa sostituire il cuoio nelle borse”, precisa Tiberi. E il plurale nel suo racconto è d’obbligo: nella sua bottega lavorano sette giovanissimi, assunti con la sua startup innovativa navigabile su Sandrotiberi.com. «Il mio mestiere si avvicina all’arte» spiega. Tiberi immerge nella carta fili di lana, di corda o ancora di silicone per realizzare delle vere e proprie opere d’arte. Dalle carte anti-contraffazione con un chip che le protegge a quelle iniettate di oro o platino e che diventano pezzi unici, è stato proprio lui a scrivere il metodo disciplinare con cui gli altri cartai possono lavorare la carta. Oggi fa corsi di formazione ovunque, vendendo in tutto Europa, nel Medio-Oriente, in America. «Perché la nostra carta è un brand riconosciuto nel mondo, il nostro made in Italy».

 

giulio menossi copia 

I mestieri antichi rivivono grazie allo scambio costante con le giovani generazioni. Giulio Menossi, mosaicista di Udine, uno dei dieci più noti al mondo, dalla sua Fanpage Menossi Mosaici, dialoga con i suoi studenti. E sono in tanti ad ascoltarlo per carpirne i segreti. «Il mosaico è un processo di costruzione ponderata in cui l’elemento rilevante è la passione» afferma Menossi, a capo del laboratorio più antico del Friuli. Le sue opere si trovano in Francia, Giappone e persino nella cupola della moschea del Sultanato di Oman. E con la rete sono ammirate e studiate ovunque.

 

Olivia Monteforte2

C’è poi chi sceglie le nuove tecnologie per vendere: Olivia Monteforte, 33enne di Pesaro, realizza a mano scarpe su misura, curando in prima persona stile e progettazione. Le creazioni di Olivia sono oggi ammirate in tutto il mondo grazie al suo negozio virtuale sul social network fotografico Instagram: «Così le foto vengono condivise e nascono nuove collaborazioni, interessi, contatti».

4 idee ‘wow’ per far vivere l’artigiano con le nuove tecnologie

  1. Posizionarsi tra online e offline: occorre distinguersi e creare delle occasioni di incontro in bottega o nei laboratori. La community veneta Italian Stories promuove questi tour tra le eccellenze artigiane.

  2. Mostrarsi con immagini e video: entro il 2018 secondo Cisco il 78% del nostro traffico online sarà fatto da video e foto. Così per l’artigiano diventa fondamentale metterci la faccia! Il consiglio? Aprire un profilo su Instagram.

  3. Raccontarsi in un blog. La nuova primavera del bloggare: un blog permette di raccontarsi e di intercettare community e utenti. Imparate dai migliori, come i blog di Berto Salotti o del Caffè Carbonelli.

  4. Vendere nelle piazze virtuali. È importante essere presenti nelle piazze virtuali internazionali dove si fanno acquisti: eBay, Amazon, Etsy. Lo racconta Francesca Baldassarri nell’ebook ‘Vendere Handmade’ acquistabile su zandegu.it

Giampaolo Colletti è giornalista e digital storyteller, esperto di nuove professioni del Web. Nel 2010 ha fondato www.wwworkers.it, community che aggrega migliaia di lavoratori della rete e raccontata in Wwworkers, edito da Gruppo24Ore

 

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.