La lezione di Richard Branson: «La pratica rende perfetti»

0
3549
Facebook Richard Branson

Dice sì alle idee più rivoluzionarie e cerca di trasformarle in realtà. Ha creato 400 aziende ed è uno degli uomini più ricchi del mondo. Per farcela? Ci vogliono audacia, creatività e tanto lavoro.

Imprenditore del terzo millennio, leader carismatico, avventuriero, filantropo. Sul suo profilo Twitter si definisce anche piantagrane. All’interno di Virgin è noto come Dr Yes. Sir Richard Branson, 66 anni, londinese, ha un patrimonio stimato di circa 5,1 miliardi di dollari. Nella classifica degli uomini più ricchi del mondo è al 324° posto.

La sua prima avventura imprenditoriale? A 16 anni col giornale Student. Da allora non si ferma mai. Avvia la Virgin Records nel 1972. Oggi il gruppo Virgin comprende più di 400 compagnie e ha oltre 50mila dipendenti.

Nel corso della sua carriera Branson ha sviluppato un incredibile numero di business in svariati settori. Dai voli aerei alle telecomunicazioni, dalle bevande all’energia rinnovabile. E osa sempre di più. Dal 2004 sta lavorando alla Virgin Galactic, la prima linea aerospaziale commerciale. È molto attivo in campo umanitario. Numerose anche le imprese sportive che lo hanno visto protagonista.

Ecco la sua lezione:

1. METTI AL CENTRO LE PERSONE

«Passiamo gran parte delle nostre vite a lavorare e molti capi lo dimenticano. La vita
dovrebbe essere divertente, così anche il lavoro dovrebbe essere piacevole e soddisfacente». Il successo parte innanzitutto dalle persone che stanno intorno a te. Devono aggiungere valore umano e competenze alle tue sfide.

2. LA FLESSIBILITÀ È FONDAMENTALE

«Negli ultimi due anni, i nostri capi ufficio hanno detto ai loro team: “Prendetevi le vacanze
quando volete, decidete anche il tempo della vacanza. Se avete compleanni o matrimoni, prendetevi il giorno libero, non chiedete il permesso”». Rendi il lavoro una cosa piacevole che generi entusiasmo ed elimini la pesantezza della routine.

3. IL FALLIMENTO INSEGNA

«Ho fallito tante volte nella mia carriera. Il nostro più grande fallimento fu la Virgin Cola». Il fallimento è importante quanto i successi. Ogni esperienza serve a imparare qualcosa: fallire ci fa capire dove dobbiamo e possiamo migliorare.

4. AFFRONTA LE SFIDE

«Amo le sfide perché ci danno l’obiettivo di spingerci oltre i limiti, contro lo status quo e ci permettono di percorrere sentieri inesplorati. Per fare imprese di successo, bisogna avere immaginazione». I record sono fatti per essere superati. La pratica rende perfetti, bisogna osare, diversificare, perseverare e non perdere mai di vista l’obiettivo.

5. MIGLIORA IL MERCATO

«Con due lattine di bevande (come la Virgin Cola), non puoi essere molto diverso da ciò che c’è già. Ora seguiamo business come quello dei voli aerei, dove puoi fare realmente la differenza. E quando British Airways ha tentato di metterci fuori gioco, non c’è riuscita».
Il tuo prodotto dev’essere migliore di ciò che c’è già. Così puoi sfidare anche i colossi… e batterli!

Tratto dall’articolo di Lorenzo Roca Richard Branson, Doctor Yes: “La pratica rende perfetti” pubblicato su Millionaire di maggio 2017.

Per acquistare l’arretrato scrivi a abbonamenti@ieoinf.it.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here