10 regole per farti amare online: i consigli di Rudy Bandiera

4519

Come aumentare il tuo carisma sul Web? Lo spiega Rudy Bandiera, docente di Marketing online e blogger. Con il socio Riccardo Scandellari (www.skande.com) ha fondato NetPropaganda, agenzia dedicata alla creazione di identità digitali di aziende e privati. Il suo blog RudyBandiera.com è considerato tra i 50 più influenti in Italia in senso assoluto e tra i primi 15  nel settore costume e società (fonte Teads Labs, aprile 2015).

1) Dimenticati del “popolo della Rete”

«Del “popolo della Rete” si parla ancora nei tg meno sgamati. Ma ormai ognuno di noi ha una vita digitale, più o meno intensa. Con Facebook, posta elettronica, smartphone…» esordisce Rudy Bandiera, che paragona vita reale e digitale a due liquidi, uno blu e l’altro bianco, gettati in un’unica bottiglia: all’inizio saranno separati, ma in seguito si mescolano in modo indistinguibile. «Ciò che si fa nella vita reale si ripercuote anche in quella digitale. E viceversa» prosegue Bandiera.

 2) Ascolta, rispondi, pensa positivo

Chi è un individuo carismatico? «Quello che ha la possibilità di convincere gli altri a fare qualcosa che ambisce. Nella “formula“ del carisma rientra poi l’attenzione nei confronti degli altri. È necessario avere un corretto atteggiamento mentale, che include l’ascolto di ciò che gli altri dicono e la volontà di rispondere loro quando fanno sentire la propria voce» continua

Bandiera. L’empatia, cioè la capacità di capire e rendere propri gli stati d’animo degli altri, è da annotare tra i tratti tipici di chi esercita influenza, in aggiunta a creatività, sicurezza in se stessi e forza di volontà. Vanno invece banditi i pensieri negativi. «Le persone non vogliono sentire lagne. Se il nostro approccio alla Rete sarà sempre lamentoso, risulteremo dei perdenti» dichiara Bandiera.

3) Sii educato

Sul Web come nella vita l’educazione apre tutte le porte. Attenzione al linguaggio che usate in Rete, anche quando si parla di cose tecniche. «Se entro in un gruppo Facebook in cui si parla di alta finanza e utilizzo dei termini informatici, passerò certamente per dissennato. La leggerezza deve andare di pari passo con il tipo di argomento e il tipo di persone con cui parlo» puntualizza Rudy Bandiera. Valide poi anche altre regole del galateo offline, anche se con qualche aggiustamento: «Se entro in una community, da Facebook a Google Plus, la prima cosa non è salutare o presentarmi, bensì ascoltare». È infatti necessario capire fino a che punto è possibile spingersi con gli altri. «Per farlo devo essere discreto e opportuno. Certo, online l’informalità impera, ma ciò non vuol dire strillare o essere poco rispettosi. Infine, mai essere monomaniaco di un argomento o un settore».

4) Impara come si dice no

Mantenere attiva l’attenzione nei confronti degli altri significa essere consapevoli delle proprie reazioni nei confronti di ciò che gli altri fanno e saper gestire le critiche che ci vengono mosse. «In sintesi: bisogna mantenersi in equilibrio. Che poi è la capacità di chi riesce a tenere botta nonostante le avversità» spiega Bandiera. Come fare? «Per esempio, imparare a dire no. Ma non puoi dire no e basta, a meno che non siano scelte semplici o dozzinali. Dire no sui social (per via scritta) è qualcosa che necessita un notevole sforzo intellettuale. Devi spiegare perché con grande onestà e semplicità. Non trovare scuse, sii sincero, onesto e diretto, ma anche gentile e cordiale».

5) Insegui la straordinarietà

Essere straordinari è una cosa alla portata di tutti. Significa realizzare iniziative fuori dal coro. «Un po’ come una mucca viola in una mandria: come scrive il guru Seth Godin, un colore così improbabile per il manto di una mucca la rende straordinaria. La straordinarietà alberga nell’intuito, nella creatività, nel saper cogliere l’attimo. Ecco perché cercare di fare qualcosa di straordinario dopo che l’ha fatto un altro equivale a copiare. Attenzione: si deve sempre essere  misurati e rimanere nel limite del rispetto degli altri, senza mai essere volgari».

6) Individua i sentimenti degli utenti

È inevitabile che gli utenti pubblichino commenti negativi: risentiti, rabbiosi, invidiosi… «Per reagire nel modo corretto è fondamentale capire cosa genera queste critiche. Mai cedere alle provocazioni: qualcuno le usa come una potentissima tecnica manipolatoria. A causa del rancore provato da un invidioso si potrebbero ricevere critiche feroci ed essere attaccati in tutti i modi: meglio non dare importanza all’attacco. Attenzione al risentimento: chi è carismatico lo genera negli altri, perché ha posizionato l’asticella in alto. Per arginarlo si può cercare di spiegarsi ove possibile. E lasciar perdere quando non ci sono strade»

7) Tieni presente le tue responsabilità

La propria presenza in Rete non può essere ridotta a un semplice gioco: perché si hache fare con delle persone. «Si ha responsabilità nei confronti di chi crede in te e di chi ti ascolta, verso chi si conquista con la gentilezza, con il parlar chiaro o con un dono. Si sono acquisite più responsabilità rispetto a prima e sono del tutto personali» afferma Bandiera.

8) Metti la #saggitudine alla base di tutto

Per non farsi travolgere dai rapidi cambiamenti connaturati alla Rete è necessaria una buona dose di consapevolezza. «Ciò comporta un grande lavoro che tutti i giorni dobbiamo fare su noi stessi. Chi è consapevole potrà contare su un equilibrio basato sulla sicurezza di sé, dei propri limiti, sulla possibilità di superarli. Perché l’equilibrio è la strada per la #saggitudine: dare il giusto peso alle cose, sapere come agire e reagire, capire ciò che gli altri pensano davvero»

 9) Ricordati di essere una persona

C’è differenza tra i comportamenti digitali di un’azienda e quelli di un professionista? «No. Perché le aziende sono fatte di persone» osserva Bandiera. Quindi strategie adottate da qualsiasi attività imprenditoriale nel Web sono valide anche per chi si propone online come individuo.

10) «Raggiungere notorietà in Rete si può. Basta pubblicare contenuti utili, che siano la risposta a un problema. Chi riesce a presentarli in modo empatico e leggero riesce a sbancare sul Web. Provateci!»

INFO: http://www.rudybandiera.com/

Redazione

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteCharlotte, 24 anni, inventa la Uber dei disabili
Prossimo articoloAntonio, maestro del gelato: Come le mie consulenze hanno aiutato ad aprire quattro gelaterie a Miami

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.