3+1 step per scegliere al meglio

0
1212

Tutti, almeno una volta nella vita, abbiamo preso una decisione sbagliata. È un evento naturale, quasi uno step obbligato per la crescita della persona.

Scegliere erroneamente, però, può diventare un problema soprattutto se le conseguenze coinvolgono il tuo futuro. Certo, c’è sempre tempo per risollevarti e correggere il tiro, ma a volte “è meglio prevenire che curare”.

Ecco alcuni trucchi che ti possono aiutare a prendere delle decisioni migliori.

Ascolta il tuo corpo

Il corpo genera una reazione fisica dinanzi agli eventi. È un processo che fa parte della natura umana. L’aumento di adrenalina in una situazione pericolosa, ad esempio, ha aiutato i nostri progenitori a fronteggiare animali feroci. Spesso, però, quella stessa adrenalina che in alcuni casi ti salva la vita, può portarti a prendere delle decisioni avventate, determinate dalla paura o da altre sensazioni positive e negative.

Quando ti senti in questo modo, fermati: non sei nella condizione migliore per fare delle scelte. Datti tempo per metabolizzare gli eventi, solo allora sarai pronto per decidere.

Chiudi gli occhi

Un minuto è sufficiente. Chiudere gli occhi porta veramente a prendere delle decisioni migliori. Secondo alcune ricerche condotte congiuntamente dall’università di Chicago e da quella di Harvard, infatti, permette di focalizzare meglio gli eventi e le conseguenze derivanti dalle tue scelte.

In questo modo, potrai “vedere” nella tua mente la simulazione delle tue decisioni.

Evita di perderti

Cercare la migliore opzione non è sempre proficuo. O meglio, non lo è quando ti fa perdere troppo tempo e confonde le tue idee.

La prima cosa che una persona fa quando deve prendere una decisione è raccogliere quante più informazioni possibili. Ma spesso si spende così tanto tempo nel farlo, che ci si perde. Per evitarlo, datti un tempo preciso per conoscere e cercare alternative e stai attento a non sforare.

Crea un piano B

Il vero banco di prova di un imprenditivo è affrontare le conseguenze di una decisione sbagliata. Non arrendersi, imparare dagli eventi e trovare la forza di rialzarsi sono le caratteristiche chiave di chi sa cosa vuole dalla vita.

Per affrontare al meglio una fase fallimentare, però, potrebbe essere buona prassi creare un piano B. Ciò non significa partire con la convinzione di aver creato una strategia difettosa, significa invece diminuire il tempo di reazione a un evento problematico, per poter ripartire da subito. Questo è ciò che fa un vero imprenditivo.

 

Se sei in una fase di transizione della tua vita, stai cercando un lavoro e non sai ancora cosa è meglio per te, per evitare di prendere decisioni avventate e accontentarti della prima offerta che ti capita tra le mani, potresti trovare utile l’iMaster Imprenditività/Job del Training Team di Millionaire. Un team di 11 formatori esperti ti aiuterà a trovare il lavoro che fa per te. Qui puoi accedere alla versione free del master.

Giuseppina Ocello

(Fonte Foto: Utente Flickr albertogp123)

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.