4 domande da fare al tuo colloquio di lavoro

3100

Sei a un colloquio di lavoro quando arriva la domanda a trabocchetto del selezionatore: «Ha qualche domanda da farmi?». Nella migliori delle ipotesi fai scena muta, nella peggiore chiedi la prima cosa che ti viene in mente. E non è sempre una buona idea affidarsi all’istinto in questi casi.

Con l’aiuto con gli esperti del sito Mashable, analizziamo ben 4 possibili domande che potresti fare al selezionatore per mostrare un vivo interesse per la posizione per la quale ti stai candidando.

1. C’è qualcosa che manca nel mio cv per questa posizione?

È una domanda tattica. Se la chiedi mostri umiltà e voglia di lavorare per superare i tuoi limiti.

2. Come premiate chi consegue risultati?

È una domanda che mostra quanto sei ambizioso. Non avere paura di chiederla per timore di risultare presuntuoso.

3. Chi si occupava del lavoro prima?

Dietro una nuova assunzione si cela una storia. Chi era la persona che si occupava del lavoro prima? È stata promossa, è andata via per sua volontà? Questa è una domanda che mostra la tua volontà di capire ciò che è stato fatto in precedenza e offrire il tuo contributo per migliorare il lavoro.

4. Che succede dopo il colloquio?

Mai restare in silenzio alla fine di un colloquio. Chiedere quali sono gli step successi all’incontro, se verrai chiamato, se ti verrà mandata una mail…, mostra la tua tenacia nell’ottenere il lavoro.

Che ne pensi? Ci sono altre domande che per te andrebbero fatte? Commenta qui!

Redazione

Print Friendly, PDF & Email

1 COMMENTO

  1. Un altra domanda potrebbe essere “Come verranno misurati i miei risultati ? ”
    Invece eviterei domande tipo…” quanti giorni ho di ferie” oppure “cosa faccio se mi ammalo”

    Queste domande le ho sentite personalmente con le mie orecchie!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.