“Al lavoro 4 giorni a settimana (pagati come 5)”. L’esperimento di una compagnia neozelandese

0
7474

La Perpertual Guardian sperimenta la settimana lavorativa di quattro giorni, senza alterare lo stipendio dei dipendenti o aumentare le ore di lavoro giornaliere.

Un esperimento in un’azienda della Nuova Zelanda, che, a partire da marzo, concederà a tutti i suoi dipendenti un weekend “lungo” di tre giorni. Alla Perpetual Guardian si lavorerà solo quattro giorni a settimana, senza modifiche di orario o stipendio, per un periodo di prova di sei settimane. Se il test funzionerà, la settimana corta sarà definitivamente adottata a partire dal 1′ luglio.

L’obiettivo è «coinvolgere e incoraggiare il personale a lavorare in modo più produttivo, avendo più tempo da spendere con la famiglia e per i propri interessi personali» ha spiegato Andrew Barnes, fondatore della società che si occupa di fondi fiduciari.

«Penso che nel mondo di oggi sia molto difficile per le persone destreggiarsi tra la casa e il lavoro in ufficio. (La settimana corta) è una soluzione naturale» ha dichiarato a The AM Show su newshub.co.nz. «Questo significherà lavorare in modo più intelligente, più furbo, cambiare i sistemi».

I datori di lavoro si aspettano quindi piu’ efficienza, concentrazione e motiviazione personale. I 200 dipendenti hanno accolto la notizia con entusiasmo. All’inizio non riuscivano a crederci.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here