Anche Novara ha il suo fablab

3381

I giovani riscoprono l’artigianato, la voglia di creare con le proprie mani. Nascono in tutt’Italia laboratori che offrono macchinari a chiunque voglia mettere a frutto l’inventiva e realizzare un prodotto. Li chiamano fablab, riprendendo una moda nata in America.

L’ultimo è a Novara. Si chiama We Do Fablab e nasce a maggio dalla sinergia di due associazioni del territorio “Occhi aperti” e “Per fare un tavolo”:

Il fablab è l’ultima tappa di un percorso. Con le nostre attività abbiamo finanziato giovani artisti del territorio.Poi ci siamo resi conto che le risorse economiche non bastavano. Serviva qualcosa di più: uno spazio per offrire attrezzature e per condividere competenze artigianali e digitali» spiega Assia Hassanein, 30 anni, tra i responsabili del progetto.

foto_wedo

We Do Fablab è un capannone di 300mq. All’interno esistono diversi spazi: uno per la falegnameria, uno per la fabbricazione digitale, uno per la serigrafia e un ultimo per il coworking. A disposizione degli iscritti: stampanti 3D, schede Arduino, strumenti per il taglio laser, utensili per falegnameria, una macchina industriale per cucire i materiali pesanti.

E workshop: ogni mercoledì del mese si organizzano incontri formativi di argomenti vari: cucito creativo, come usare Arduino, creare un orto verticale…

Per realizzarlo, Assia e i suoi amici hanno investito 60-65 mila euro di cui una parte finanziata dalla provincia di Novara (10mila euro) e dalla Fondazione Mike Bongiorno (10mila euro). Le spese le pareggiano con le tessere degli iscritti (30 euro per sei mesi) e realizzando prodotti per privati:

Non abbiamo sovvenzioni. Le spese sono tutte a nostro carico. Per far quadrare i conti nei giorni in cui il fablab è chiuso al pubblico usiamo i macchinari per creare prototipi che rivendiamo ai privati della zona».

Quando le chiediamo perché ha deciso di aprire uno spazio simile Assia ci risponde:

Mi è sempre piaciuta l’idea di tante persone che mettono le loro competenze insieme per un obiettivo. Solo così si possono cambiare veramente le cose. Specie in tempi di crisi».

INFO: http://www.wedofablab.com/

Giancarlo Donadio

Vuoi saperne di più? Ecco il Kit di Creaimpresa…

Kit_Creaimpresa_FabLab_e_3D_Printing

http://www.creaimpresa.it/partner/aprire-fablab-3d-printing-store-pt.php

Clicca qui per scoprire come aprire un FabLab e 3D printing store…

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteStreetCharge: A New York il telefono si ricarica in strada
Prossimo articoloIl migliore imprenditore creativo del 2013

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.