Cerchi un lavoro? Twitta!

2010

In Italia, il 51% delle aziende utilizza abitualmente i Social come strumento di recruiting (dati Adecco).

La regola generale per trovare lavoro sui Social è “fare rete”, riuscire cioè a creare una serie di contatti utili di aziende, manager ed esperti del settore, che più si sposano con le tue caratteristiche.

Ciò premesso, ogni canale ha le sue peculiarità che bisogna saper sfruttare.

Consigli pratici per trovare lavoro su Twitter arrivano oggi dal Wall Street Journal.

Li riprendiamo qui:

1. Segui le aziende, i manager (con occhio particolare a chi si occupa di selezione del personale), e i dipendenti dell’azienda/e con cui ti interessa collaborare.

2. Retwitta le loro conversazione e dialoga. Una volta che hai stabilito un rapporto manda qualche messaggio privato, facendo domande sull’azienda. Qui non essere troppo insistente e agisci con educazione.

3. Indica nel tuo profilo che sei alla ricerca di un lavoro. Qui attento a non usare foto che ti facciano apparire immaturo. Scegli immagini nelle quali sei professionale e sorridente.

4. Scrivi tweet sinceri.  Non nascondere i tuoi stati d’animo, comportati come se ti trovassi nel tuo ufficio con i tuoi colleghi. Le aziende usano Twitter non solo per conoscere le tue abilità professionali, ma anche il tuo carattere.

5. Riassumi il tuo cv in 140 caratteri, con una sintesi efficace delle tue capacità, dei tuoi interessi, indicando all’azienda dove può trovare altre informazioni (LinkedIn, Facebook, sito personale, blog…). Utile sarebbe anche creare un breve video (massimo sei secondi) nel quale sottolineare le tue abilità.

Se ti interessa l’argomento puoi leggere “Cerchi lavoro sui Social, ecco qualche consiglio”.

Credi che i Social siano utili per trovare un lavoro? Conosci qualche tuo amico/conoscente che ha trovato un’occupazione via Facebook, Twitter & Co?

Giancarlo Donadio

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.