Come avere idee per il content marketing: il software che ti aiuta

0
4493

Si chiamano tool e sono strumenti che aiutano chi fa marketing online. Quali sono i più importanti e come utilizzarli? Lo spiega Luca Di Zio, specialista in lead generation che oggi ci parla di un software per sviluppare idee per il content marketing.

Con questo secondo articolo, affronterò un argomento molto importante per chi opera nel web: i contenuti degli articoli e delle lettere di vendita.

La maggior parte delle best practice delle aziende più grandi possono essere copiate, in tutto o in parte, anche dalle piccole realtà. Ciò che conta è la mentalità orientata ai contenuti.

Ci sono imprenditori, manager o anche blogger che riescono ad attirare i lead grazie ai contenuti che offrono; solo i contenuti intrinsecamente preziosi, diventano una componente essenziale della propria strategia di Copywriting.

In alcuni casi, un’ampia e coerente strategia di Content può sostituire, parzialmente o completamente, la pubblicità e il marketing tradizionale.

Occorre sempre ricordarsi di una verità importante: chi gode di risultati positivi vuol dire che ha interessanti argomenti da esporre e soprattutto è capace di farlo.

Per un imprenditore, marketer, networker, blogger, giornalista, ecc un testo ben scritto può fare la differenza nelle conversioni. Perché se è vero che immagine e titolo sono quelli che attirano di più l’attenzione dell’utente, è anche vero che il contenuto di un articolo porta l’utente a scoprire la propria attività ed approfondire il prodotto o servizio offerto.

E se non ho idee? Se non riesco a focalizzarmi sui contenuti?
Ecco che possiamo fare affidamento su un tool veramente importante: e’ un semplice software che può aiutarci a sviluppare idee e contenuti.

Scopriamo brevemente come questo software, completamente gratuito, sia capace di suggerirci idee e parole chiave utilizzabili per la composizione dei nostri contenuti.

Il Software on-line che vi segnalo si chiama Portnent’s/content. Dopo aver digitato sulla barra degli indirizzi https://www.portent.com/tools/title-maker si accederà sulla seguente schermata.

L’unico svantaggio di questo software è quello di essere in lingua inglese; ma utilizzando un traduttore online è possibile aiutarsi. Noi qui procediamo in inglese, ma voi potete facilmente tradurre con il traduttore di Google.

content marketing

Se ad esempio devi scrivere un pezzo, un articolo o una lettera di vendita che tratta l’argomento “clienti”, basta semplicemente inserire la parola “client” (devi sempre tradurre la tua parola base) sulla barra di ricerca e cliccare sulla freccetta bianca.

Immediatamente il generatore formulerà subito un titolo composto da 4 sezioni, come mostrato nel seguente screen.

content 1

In questo caso il software suggerisce questo titolo: “Who Really Uses Clients” che tradotto in lingua italiana significa “Chi usa realmente i clienti”.
Come detto prima il titolo è composto da 4 blocchi ed il software quindi mi consiglia di sviluppare ed argomentare dettagliatamente i 4 argomenti che comporranno il testo dell’articolo. Quindi possiamo sviluppare il nostro articolo in base alle indicazioni che ci fornisce portent’s/Content.

Nell’esempio, in corrispondenza del blocco composto dalla parola “Who” ossia “Chi”, notiamo che il Software ci pone le seguenti domande (nel box in basso a sinistra): “Celebs? Experts? Chicken Farmers?” Ossia “Celebrità?” “Esperti?” “Allevatori di polli?”. Quindi il software ci consiglia subito di scegliere il nostro target di riferimento. È il protagonista oggetto del nostro articolo.

Il secondo blocco suggerisce la parola “Really” (in italiano “veramente”): quindi dobbiamo argomentare cosa veramente i clienti del target scelto usano particolarmente; cerchiamo di essere precisi in questo.

Molto simpatica l’idea suggerita nell’ultimo blocco (sotto la parola “Clients”): “I pity the fool who doesnt’t use it”; questa frase potrebbe essere tradotta in “Pietà per il pazzo che non usa questo”.

Questa affermazione ci dovrebbe incitare a trattare, nel nostro pezzo, un particolare oggetto che assolutamente dovrebbe utilizzare il nostro cliente per non essere considerato “pazzo”. Ovviamente si scherza!

Possiamo testare varie parole chiave pur trattando lo stesso argomento. Proviamo ad utilizzare “customer” che si traduce sempre in “cliente”.

In questo caso il titolo proposto è: “16 problems with customers” che tradotto significa “16 problemi con i clienti”.

Il suggerimento posizionato sotto il numero 16 consiglia di utilizzare un numero basso (come ad esempio 3) perché risulterà più facile parlare dettagliatamente di 3 tipici problemi che possono riscontrasi con i clienti. Argomentali e scrivili! Il secondo suggerimento ci indica di non trattare problemi “off-topic”. Se si parlerà di problemi non inerenti bisogna cercare di trattare quelli “divertenti”, altrimenti si rischia di perdere l’attenzione del nostro lettore. Descrivili dettagliatamente.

L’indicazione del terzo blocco è una sorta di raccomandazione: cerca di rispecchiarti al tuo lettore per non rischiare di perdere, ancora una volta, la sua attenzione.

Molto interessante l’idea fornita nell’ultimo box: la metafora è un potente strumento per aiutare i lettori a comprendere argomenti non familiari! Cerca una metafora di un personaggio famoso e citala nel tuo testo. Se vuoi trovare qualche metafora da utilizzare per i tuoi testi, puoi far riferimento, ad esempio, a questo sito web: http://www.frasicelebri.it/argomento/metafore/

Per ogni argomento da trattare puoi usare questo incredibile software per avere idee.

Testalo con qualsiasi parola.

E come diceva lo scrittore Ezra Pound “Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale nulla lui”…

Ecco il tuo generatore di idee per la tua strategia di Marketing. Provalo subito!

Luca Di Zio – Specialist in Lead Generation

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.