fbpx

Google Italia: borse di studio di 6mila euro

Promuovere l’innovazione  e sostenere la digitalizzazione dei distretti industriali italiani.

Questi gli obiettivi del bando “I Distretti del web” lanciato da Google Italia insieme a Unioncamere e al Ministero dello Sviluppo Economico.

Nell’ambito del progetto 20 borse di studio, di seimila euro ciascuna, saranno assegnate ad altrettanti laureandi e laureati per un periodo di sei mesi.

Vediamo insieme il bando nei dettagli: a chi è indirizzato, quali sono i distretti interessati, come e dove consegnare la domanda per la partecipazione.

Requisiti di ammissione

Il candidato, una volta selezionato, verrà prima formato e avrà, in un secondo momento, il compito di elaborare una strategia di espansione sul  mercato del web per la PMI alla quale sarà assegnato.

Per poter accedere alla domanda di partecipazione, dovrà:

[styled_list style=”check_list” variation=”blue”]

  • avere un età non superiore a 28 anni;
  • essere in possesso di una laurea di primo o secondo livello (triennale, specialistica magistrale secondo il nuovo ordinamento e lauree quadriennale o quinquennale secondo il vecchio ordinamento) di ogni indirizzo, diploma accademico di primo o secondo livello o titolo estero equipollente. Per i laureandi saranno prese in considerazione le candidature degli studenti che, alla data di presentazione della domanda, abbiano sostenuto tutti gli esami previsti dal piano di studio;
  • avere residenza o domicilio nella Regione in cui insiste il distretto di riferimento e Regioni limitrofe;
  •  conoscere in modo approfondito il contesto locale economico e sociale del distretto e avere competenze specifiche nei settori del marketing, dell’economia o dello sviluppo locale.
[/styled_list]

Distretti coinvolti

Sono 20 i distretti industriali individuati dalla Camera di Commercio presso i quali i vincitori della borsa di studio svolgeranno la loro attività.  Nello specifico:

[styled_list style=”circle_arrow” variation=”blue”]

  • Distretto dei casalinghi Omegna-Varallo Sesia-Stresa (Verbania)
  • Distretto dell’alimentare e delle bevande di Canelli-Santo Stefano Belbo (Cuneo)
  • Distretto metalmeccanico Lecchese (Lecco)
  •  Distretto Ittico di Rovigo (Rovigo)
  •  Distretto VeronaModa (Verona)
  • Distretto della Componentistica e TermoelettroMeccanica (Pordenone)
  • Distretto della Sedia (Udine)
  •  Distretto del Mobile Imbottito di Forlì-Cesena (Forlì-Cesena)
  • Distretto delle Piastrelle di Sassuolo (Modena)
  • Distretto della concia di S. Croce sull’Arno (Pisa)
  • Distretto orafo di Arezzo (Arezzo)
  •  Distretto delle calzature Fermano-Maceratese (Macerata)
  • Distretto del tessile–abbigliamento in cashmere (Perugia)
  • Distretto della ceramica di Civita Castellana (Viterbo)
  • Distretto tessile della Maiella (Chieti)
  • Distretto conciario di Solofra (Avellino)
  • Distretto del tessile di Sant’Agata dei Goti–Casapulla (Benevento)
  • Distretto agro-alimentare di Nocera Inferiore-Gragnano (Salerno)
  • Distretto dell’abbigliamento salentino (Lecce)
  • Distretto del Sughero di Calangianus – Tempio Pausania (Sassari)
[/styled_list]

Modalità di partecipazione

Se si è in possesso dei requisiti, puoi presentare la domanda  alla Segreteria Organizzativa del bando “Distretti sul web”  con la seguente documentazione:

[styled_list style=”check_list” variation=”blue”]

  • domanda di partecipazione alla borsa di studio, debitamente compilata in ogni sua parte copia conforme redatta su carta libera;
  • fotocopia di un valido documento di riconoscimento;
  •  curriculum vitae et studio rum.
[/styled_list]

E inviarla all’Università Telematica “Universitas Mercatorum” – con la dicitura Oggetto: Domanda per la partecipazione al bando Distretti sul web.

L’invio potrà avvenire via fax al seguente numero 06-7842136, con una chiara indicazione del mittente e dell’oggetto. O con posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo: ateneo.unimercatorum@legalmail.it

Le domande di partecipazione dovranno pervenire entro le ore 12.00 di lunedì 18 febbraio 2013.

Per ulteriori informazioni sui criteri di selezione, per poter scaricare il bando completo e i moduli di adesione, clicca qui 

Sei giovane, pieno di ambizioni e ti piacerebbe collaborare per un progetto legato al territorio? Muoviti da adesso e raccontaci i tuoi risultati.

Redazione

(Fonte foto utente flickr  chloester)

New York: il sogno della grande mela

Sogno e business: che cosa offre NY a chi vuol fare impresa. Testimonianze dalla comunità degli italiani che ci lavorano.   New York incarna, più

Cambio vita e mi trasferisco

Stipendi: 5/6.000 euro al mese un operaio, 6/7.000 un insegnante, 9/10.000 un medico. Aprire una società è molto più semplice che in Italia. Come ottenere

Torino: l’incubatore delle startup

Come fare parte di OGR Tech e accedere ai programmi di accelerazione accanto ai giganti dell’innovazione   Un edificio industriale dismesso, una fondazione che ha

SalentIA: la startup al servizio del territorio

Una startup innovativa nata dall’entusiasmo di 110 studenti di una scuola superiore di Lecce per promuovere la loro terra. Intelligenza artificiale e metaverso per incrementare

Youtube: un lavoro a tempo pieno

Come diventare ricco facendo lo YouTuber. Tutto dipende dallo stipendio medio del Paese dove vivi   Quanti giovani pensano di poter diventare ricchi facendo video

Il futuro delle riunioni di lavoro

+153% di riunioni settimanali, ma ne abbiamo davvero bisogno?   “Sono in meeting, ho una riunione, ho una call”. Un recente studio di Otter.ai ha

Nuovo anno, nuove regole sul lavoro

Dallo smart working alla flat tax, ecco cosa ci porta il 2023   Dal 1° gennaio 2023 sono cambiate le regole per lo smart working.

Le big-tech e la Global minimum tax europea

Le multinazionali non potranno più eludere la tassazione sul reddito prodotto nei Paesi Ue   Dal 1° gennaio 2024 entrerà in vigore la Global minimum

Aumenta il mismatch tra aziende e collaboratori

Nel 2022 cresce la difficoltà delle imprese italiane a trovare nuovi collaboratori   Il fenomeno del mismatch lavorativo continua a crescere e sembra non volersi

logo-footer
Il mensile di business più letto.

Direttore responsabile: Lionello Cadorin

Editore: Millionaire.it Srl Indirizzo: Largo della Crocetta, 2 20122 Milano (MI) Italy

Partita IVA: 12498200968 – Numero iscrizione ROC: 38684

© 2023 millionaire.it.