Jack Ma: “Grazie all’intelligenza artificiale lavoreremo solo 12 ore a settimana”

0
3893
Jack Ma - Alibaba

Jack Ma, fondatore di Alibaba e imprenditore più ricco della Cina, rivede la sua posizione sul superlavoro. Se lo scorso aprile aveva fatto discutere, elogiando il modello “996” (si lavora dalle 9 di mattina alle 9 di sera per 6 giorni a settimana), il 29 agosto, dal palco della World Artificial Intelligence Conference di Shanghai, Ma ha lanciato una previsione del tutto opposta. Grazie all’intelligenza artificiale, in futuro potrà esserci una settimana lavorativa di sole 12 ore. A patto che i governi investano su sistemi di istruzione adeguati, nei prossimi anni.

Alla WAIC, Ma ha parlato di lavoro, tecnologia e futuro affiancato da Elon Musk, fondatore di Tesla e Space X. Due visioni a confronto, e a volte distanti. L’imprenditore cinese ha sostenuto che l’AI non provocherà la perdita di posti di lavoro, ma avrà l’effetto positivo di aumentare il tempo libero dei lavoratori.

Secondo Jack Ma, le persone potranno dedicarsi a relax, famiglia e piaceri, «come una festa di pomeriggio o il karaoke», un’attività molto diffusa e amata in Cina. Sarà sufficiente «lavorare quattro ore al giorno per tre giorni alla settimana». Le macchine si occuperanno delle funzioni ripetitive, gli uomini di quelle creative.

«Non ho paura per i posti di lavoro: i computer hanno i chip, gli esseri umani il cuore» ha detto Ma. È fondamentale però una riforma dell’istruzione. «Per i prossimi 10, 20 anni, ogni essere umano, ogni paese, ogni governo dovrebbe concentrarsi su come migliorare il sistema educativo, per fare in modo che i nostri figli possano trovare un lavoro… Se non cambiamo il sistema educativo, saremo tutti nei guai. Il sistema del futuro deve insegnare ai ragazzi a essere più creativi» ha spiegato.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.