La favola di Gianluca: da cameriere ad amministratore delegato

0
2411

Ha 22 anni e, senza esperienza precedente, è stato amministratore delegato per Miragica, parco di divertimenti da 200mila visitatori l’anno, per tutto il mese di agosto: quella di Gianluca Simone, pugliese, laureando in ingegneria gestionale, è una favola bella.

La sua storia è partita alla fine dello scorso luglio con la vittoria del contest lanciato da Stefano Cigarini, Ceo del parco, che offriva l’opportunità a un giovane di entrare nel mondo del lavoro prendendo a prestito la sua poltrona.

Millionaire ha raccontato qui la storia.

 

Oggi Gianluca ha terminato la sua esperienza e ci racconta il lavoro svolto: negli occhi la speranza di trovare un posto nella dirigenza del parco.

Come è andata?

Tanta soddisfazione a livello umano e professionale. Sono entrato in un settore di alto livello: ho acquisito competenze e compreso le problematiche che nascono da una gestione di una grande realtà di business».

Quanto ti ha arricchito quest’esperienza?

Mi sono occupato nella pratica di attività che prima potevo solo immaginare: pubblicità su carta e Web, comunicazione social e online, aspetti di vendita, marketing a 360 gradi. E le conoscenze che ho acquisito sono una vittoria, al di là dei risultati».

La maggiore difficoltà?

La fase di inserimento. Venivo dal mondo dell’università e dal lavoro di cameriere che facevo per mantenermi gli studi. Catapultarmi in una realtà così strutturata e ampia dall’oggi al domani non è stato semplice».

Sei riuscito a raggiungere gli obiettivi?

Ufficiosamente sì. Non abbiamo ancora numeri ufficiali, li avremo tra una settimana quando incontrerò il manager per fare il punto della situazione. Il bilancio si chiude in positivo».

Quanto hai guadagnato?

Tra qualche giorno incontrerò il manager che mi darà la busta paga. Non sono ancora a conoscenza della cifra che mi sarà offerta»

Cosa hai capito del ruolo del manager?

Che da una parte può essere esaltante: gestire tutti gli aspetti del parco, lavorare a 360 gradi, essere pronto ad affrontare qualsiasi tipo di problematica a qualsiasi ora. Ma c’è anche tanto stress: un manager è sempre obbligato a dare la giusta risposta a ogni domanda».

Speri di lavorare ancora con Miragica in futuro?

Certo, se mi aprono le porte di sicuro entrerò. Ora però devo laurearmi prima: l’8 ottobre ho la discussione della tesi laurea».

Giancarlo Donadio

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.